Visualizza articoli per tag: roma

La perizia calligrafica è una tecnica utilizzata in ambito giudiziario che permette di attestare la paternità di un testo attraverso la comparazione di uno o più scritti presi in esame, oltre che le scritture autografe del soggetto. Sebbene solo nell'Ottocento vennero intrapresi specifici approfondimenti e studi inerenti, già nella Venezia settecentesca si utilizzava questo sistema di indagine, come nel caso esaminato di Giovan Battista Bombonati e del prete don Giacomo Sutteri.

Pubblicato in Cronaca dal passato

ROMA - Otto secondi. E' stato questo il tempo impiegato  dall'assassino per uccidere senza pietà il diciottenne Edoardo Sforna, per poi dileguarsi assieme al suo complice a bordo di uno scooter. 

Pubblicato in Primo piano

ROMA - Giungono le prime indiscrezioni sull'autopsia eseguita al corpo di Melania Rea, ritrovata uccisa il 20 aprile scorso nel bosco di Ripe di Civitella in provincia di Teramo. Il delitto si sarebbe consumato in un tempo ristretto, tra le 14 e le 15,30.

Pubblicato in Primo piano

VENEZIA - Oggi con le nuove guerre, gli Stati Uniti necessitano di un numero sempre maggiore di soldati per sostituire le continue perdite. Qualche centinaio di reclutatori, principalmente tra gli ex sottufficiali dell'esercito, si aggirano per le zone più povere dell'America dove la disoccupazione è più alta. Per ogni soldato il reclutatore riceve circa 5700 euro. Questo sistema era presente anche ai tempi della Serenissima di Venezia.

Pubblicato in Cronaca dal passato

VENEZIA - Quando Mary Roberts Rinehart, scrisse "The door" (1930), pubblicato in Italia nei Gialli Mondadori con il titolo "L'incubo" (1933), non avrebbe mai pensato che la frase "The butler does it", il colpevole è il maggiordomo, diventasse un cliché.

Pubblicato in Cronaca dal passato

VENEZIA - Si chiama identification ed è la procedura di riconoscimento di un criminale eseguita sottoponendo una fila di sospettati all'esame visivo di testimoni oculari o delle vittime di un crimine. E' conosciuta anche come "confronto all'americana", perché era spesso utilizzata nei distretti di polizia statunitensi fino a qualche anno fa ed è stata inserita in numerosi film e telefilm polizieschi girati negli Stati Uniti. Ma questo non è un film e questa non è l'America. Il caso della morte di Maddalena Pastor Tonetti si svolse a Venezia nel Settecento e questa procedura servi per chiudere definitivamente il caso.

Pubblicato in Cronaca dal passato
Domenica, 05 Giugno 2011 15:23

Venezia 1734: Il caso del sacrestano uxoricida

VENEZIA - Notizie di cronaca hanno riportato, con accentuata frequenza, fatti di sangue che coinvolgono il proprio familiare. Quando questo è la moglie, la gelosia, causata dell'infedeltà vera o presunta, sfocia nel raptus omicida. Ma cos'è un raptus?: "Si parla di raptus quando una persona commette un gesto, solitamente delittuoso, che non sembra possa rappresentarne le intenzioni.

Pubblicato in Cronaca dal passato

TARANTO - Non ha partecipato all'omicidio. A seguito degli ultimi sviluppi delle indagini, la Procura di Taranto ha deciso che non fu Michele Misseri a uccidere sua nipote, la quindicenne Sarah Scazzi.

 

Pubblicato in Primo piano

VENEZIA - Quando il 6 maggio di quest'anno venne scagionata una donna a Desenzano, dalla gravissima accusa di infanticidio, fu possibile solo grazie all'autopsia che rilevò un aborto spontaneo.

Pubblicato in Cronaca dal passato

VENEZIA - In questi giorni assistiamo a vari dibattiti sulla metodologia seguita nelle indagini dei casi più eclatanti di cronaca, dal caso Yara al caso Scazzi. Durante il periodo della Serenissima, le indagini, erano svolte con i pochi mezzi messi a disposizione dalle conoscenze scientifiche di quel periodo. Ciò non deve trarre in inganno però sulla procedura che, con meticolosa professionalità, era svolta. Come si legge nei bandi emessi, il reo, aveva violato non solo le leggi di Dio, ma anche quelle del Serenissimo Principe e per tale motivo doveva essere perseguito fino alla risoluzione dell'omicidio. Un caso emblematico che divenne famoso nelle cronache dell’epoca fu quello del sarto da donna Giovan Maria Milevoi.

Pubblicato in Cronaca dal passato