Visualizza articoli per tag: sngci

MILANO - «Io ho sempre sostenuto che Berlusconi si combatte conla buona politica, e non ci si può aspettare che il lavoro lo facciano i processi. Ecco, abbiamo dimostrato che è possibile, ed è la strada giusta». Lo ha affermato Giuliano Pisapia, neo sindaco di Milano, in un'intervista al quotidiano 'Il Messaggero', aggiungendo che «erano elezioni per il comune di Milano, di quello volevo parlare e non di Berlusconi, dei problemi della città, di come risolverli».

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA – Come quei combattenti dell’esercito del Sol Levante che non si erano ancora resi conto della sconfitta contro gli americani, oggi gerarchi e gerarchetti della destra, con in testa il duce di Arcore, si dicono convinti di poter recuperare il consenso popolare e annunciano – forse per la ventunesima volta dal 1994 – la grande “riforma fiscale”.

Pubblicato in Primo piano

Travolgente vittoria dei candidati di centro-sinsitra in molti Comuni. Pisapia surclassa Letizia Moratti. A Napoli sconfitto l'uomo di Nicola Cosentino per la grande volontà dei cittadini di voltare pagina. Una lezione al berlusconismo ma anche il Pd deve riflettere sul fatto che entrambi i candidati non erano stati scelti dalla nomenklatura del partito

Pubblicato in Primo piano

ULTIM'ORA: Questa l'affluenza alle urne (dati percentuali) alle ore 22 di oggi nei tredici comuni capoluogo dove sono in corso i ballottaggi per l'elezione dei sindaci e il rinnovo dei Consigli comunali (tra parentesi l'affluenza al primo turno). CITTÀ ORE 12 ORE 19 ORE 22 MILANO 14.72 (12.16) 39.00 (39.90) 53.19 (53.56) NAPOLI 10.85 (12.19) 25.43 (32.14) 34.78 (41.28) TRIESTE 13.76 (13.18) 28.07 (27.23) 35.28 (32.59) CAGLIARI 12.74 (13.82) 29.41 (35.34) 41.60 (48.24) NOVARA 12.86 (13.73) 31.52 (38.70) 43.29 (51.66) VARESE 13.43 (13.77) 32.03 (38.83) 41.92 (48.92) ROVIGO 12.68 (10.87) 29.97 (37.00) 41.22 (48.70) PORDENONE 14.47 (12.36) 33.09 (38.27) 43.58 (47.63) RIMINI 13.12 (12.73) 30.20 (34.36) 42.96 (44.94) GROSSETO 13.69 (15.46) 30.03 (38.66) 43.19 (50.82) COSENZA 10.12 (13.85) 26.66 (38.02) 38.01 (51.71) CROTONE 9.02 (10.59) 25.22 (32.74) 37.52 (46.52) IGLESIAS 13.89 (15.11) 32.10 (39.33) 45.76 (52.89) N.B.: Fonte dei dati è il sito del Viminale; per Trieste il sito della Regione Friuli Venezia Giulia.

Pubblicato in Primo piano

Falsi Rom che distribuiscono volantini in appoggio di Pisapia, ragazzi trasandati su autobus e metropolitane. Una campagna elettorale tramutata dalla destra in violenza propagandistica senza esclusione di colpi. La Procura milanese apre un’inchiesta

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA – “Articolo 31” manifesta in permanenza davanti alla cosiddetta Autorità di garanzia per le telecomunicazioni (Agcom) per protestare contro l’occupazione televisiva nei telegiornali di Silvio Berlusconi, uno scandalo senza fine, che dura da 17 anni, caso unico nei sistemi democratici dell’Unione europea ed anche al di là dell’Atlantico. In spregio a qualsiasi norma di legge (la par condicio), il magnate di Arcore sta producendo il medesimo sforzo della primavera del 2006, quando, indietro di circa cinque punti nei sondaggi rispetto a Romano Prodi, intervenne quasi ogni mattina negli ultimi dieci giorni della campagna elettorale, con la scusa di essere il Presidente del consiglio, nelle trasmissioni più viste da casalinghe e pensionati. Lo stratagemma funzionò, perché i cinque punti di svantaggio si ridussero praticamente a zero.

Pubblicato in Primo piano

ROMA - Silvio Berlusconi ha trascorso la serata di ieri con Allegri, l’allenatore milanista e Galliani. Quest’ultimo ha ammesso con i giornalisti che “non era di buon umore”. C’è da giurarci, perché i risultati delle elezioni comunali milanesi rappresentano un vero punto di svolta per la politica nazionale. Ciò che sta bruciando al magnate è soprattutto lo scarsissimo appeal che il suo nome ha prodotto sulla lista. I milanesi che lo hanno votato sono stati poco più di 27 mila, vale a dire meno della metà di cinque anni fa. E questo nonostante si presentasse furbescamente come capolista e avesse fornito alla tornata elettorale il sapore della prova di forza. Ma non è andata meglio ai suoi pasdaran, come Roberto Lassini, l’ideatore dei manifesti-vergogna contro la procura milanese, che ha raccolto poco più di cento preferenze, dimostrando che la coscienza civile di Milano rigetta personaggi politici di tal fatta.

Pubblicato in Primo piano

RISULTATI E PROIEZIONI DELLE AMMINISTRATIVE NELLE CITTA' PIU' IMPORTANTI. I MILANESI SEMBRANO VOLER DARE IL BENSERVITO ALL'AMMINISTRAZIONE DI LETIZIA MORATTI

Pubblicato in Primo piano

ROMA - L'insediamento dei circa 13 mila seggi elettorali, avvenuto nel pomeriggio, è stato l'ultimo tassello del complesso puzzle organizzativo che darà il via a una tornata amministrativa caratterizzata da una forte valenza politica a livello nazionale. Del resto, in tempo di federalismo, in ballo c'è la guida di 1.315 comuni (30 i capoluoghi di provincia, tra cui Milano, Torino, Bologna e Napoli), e 11 province, vale a dire Mantova, Pavia, Treviso, Ravenna, Lucca, Macerata, Campobasso e Reggio Calabria, Gorizia e Trieste. Ma oltre alle sfide al calor bianco che si terranno in alcune città importanti, a dare risalto ai prossimi due giorni di voto concorre anche l'imponenza del corpo elettorale, costituito da quasi 13 milioni di cittadini, vale a dire circa un quinto della popolazione nazionale.

Pubblicato in Primo piano

MILANO – Il clima sempre più rovente delle amministrative milanesi, sta catalizzando l'Italia intera. L'ultimo episodio avvenuto a Sky24 al termine del confronto tra i due maggiori candidati sindaco Moratti e Pisapia rivela e dimostra quanto il sindaco uscente stia giocando il tutto per tutto in una situazione evidentemente da lei stessa avvertita dall’esito incerto.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

bianco.png