Visualizza articoli per tag: PRIMARIE

Martedì, 15 Marzo 2016 12:58

Usa. Le primarie americane e il caso Trump

ROMA - Le primarie americane vanno avanti e una nuova tappa è prevista per il super sabato 12 marzo 2016. A Chicago è di scena il candidato finora nettamente maggioritario Donald Trump che si prepara a grandi manifestazioni di consenso dalla folla radunata in un locale adatto alle manifestazioni elettorali ma, dopo mezz’ora di tensione, di fronte a una folla imponente di avversari del populista texano. Dopo una consultazione con la polizia locale ha dovuto abbandonare la folla. Così hanno almeno sostenuto gli uomini dell’ entourage  del miliardario.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto
Martedì, 08 Marzo 2016 14:37

Primarie del Pd, quel cHe resta del giorno

ROMA - Anche il rito delle primarie, che qualche anno fa ha incoronato Matteo Renzi come nuovo leader del partito democratico mentre Pier Luigi Bersani (che vinse le primarie nel 2013 con 80mila voti) doveva risolvere urgenti problemi per una crisi cardiaca, si è logorato – come era inevitabile – di fronte al fossato sempre più largo che divide gli italiani da una classe politica che, in maniera troppo evidente, porta in prima linea personaggi di scarsa caratura e personalità o donne e uomini intenti a coltivare la propria carriera economica e affaristica o la propria ascesa politica.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto
Mercoledì, 02 Marzo 2016 08:33

Il populismo estremista di Trump

ROMA - Quando, come ho fatto io negli ultimi giorni, ho seguito-fuggendo per un momento dalla difficile politica italiana-le primarie che si stanno svolgendo negli Stati Uniti e che avranno, il primo marzo 2016, una tappa importante mi è venuto in mente (e ho poi visto che vari altri quotidiani, a cominciare da La Repubblica ne hanno parlato) il populismo di cui mi sono a lungo occupato negli ultimi anni.  

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

ROMA - Che in South Carolina Sanders non avesse alcuna possibilità di battere Hillary Clinton lo sapevamo tutti, a cominciare dall’anziano senatore del Vermont, e non perché l’ex segretario di Stato sia diventata all’improvviso simpatica o affidabile ma semplicemente perché il vecchio Bernie non è Obama.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

A Milano la carica dei manager per conquistare la poltrona di sindaco - Sala per il Pd, Stefano Parisi per il centrodestra, Corrado Passera come indipendente - è cominciata, segnando marcatamente un ulteriore passo indietro della politica

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto
Venerdì, 24 Gennaio 2014 19:41

Primarie, maledette primarie

ROMA - Era stato previsto che le primarie aperte a tutti per eleggere gli organismi dirigenti del Pd avrebbero avuto effetti negativi sulla  vita del partito che aveva bisogno in primo luogo di  indicare un progetto di società, guardare al futuro, dare una speranza a milioni di lavoratori, di pensionati, alla fasce più povere della popolazione e,insieme, indicare una nuova politica economica, il lavoro come centralità, la ripresa, l’indicazione di nuove scelte di politica industriale.

Pubblicato in Il punto

Il Pd sconfigge l’antipolitica. Quasi 3 milioni di cittadini al voto

Pubblicato in Primo piano

Sono aperti dalle 8 i 9mila seggi per la votazione del nuovo segretario nazionale del Pd. Gli elettori potranno esprimere la propria preferenza fino alle 20, poi ci sarà subito lo spoglio. Alta l'affluenza. Alle 13 avevano votato quasi 1 milione di persone e alle 17 si è giunti a quota 2 milioni

Pubblicato in Primo piano

La decisione del Professore presa dopo la sentenza della Corte Costituzionale sul Porcellum

Pubblicato in Primo piano

Fissate le percentuali arrivate dai Congressi del partito: il Sindaco di Firenze è al 45,34% e il Candidato della sinistra è al 39,44%

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto
Pagina 1 di 7

bianco.png