Visualizza articoli per tag: RECENSIONE

“Cento lettere. Dalle sbarre alle stelle”, Itaca edizioni, scritto a quattro mani dal detenuto-attore Attilio Frasca con il regista di Blob Fabio Masi, attraverso una scelta di missive autentiche nei dieci anni di corrispondenza di Attilio dal carcere con l’amico incensurato Massimo, é una testimonianza commovente della vita di Attilio Frasca, risucchiata come falena da richiami notturni di droga e furti, da delirio di onnipotenza che sfocia in risse allo stadio; ma anche segnata da una maturazione lenta e dolorosa, grazie al dialogo epistolare con l’amico che lo aiuta in un percorso di autocoscienza, gli tende il filo d’Arianna per uscire dal  labirinto.

Pubblicato in Il libro
Etichettato sotto

L’evento sarà nelle sale il 18 e 19 marzo

Pubblicato in Cinema & Teatro
Etichettato sotto

Attuale e sconvolgente è “La governante”, per la prima volta in scena al teatro Quirino di Roma, per la regia di Guglielmo Ferro. 

Pubblicato in Cinema & Teatro
Etichettato sotto

 

ROMA – Salta agli occhi guardando questa commedia di Vitaliano Brancati, scritta nel lontano 1952, l’attualità delle problematiche che, ambientate nel perimetro della Sicilia baronale, tocca temi fondamentali per i diritti civili di ogni latitudine. Intorno al problema dell’omosessualità – che costò all’autore una censura italiana durata tredici anni – ruotano aspetti dell’etica, della responsabilità individuale, del perbenismo di comodo e di facciata, del quale si fa scudo il conformismo presente in ogni epoca, credo religioso e ideologico.

Pubblicato in Cinema & Teatro
Etichettato sotto

ROMA -  Protagonista del film di Walter Veltroni, che dopo una serie di documentari esordisce alla regia in un lungometraggio di fiction, è il sogno di un corale creativo nei rapporti umani – per raggiungere il quale C’è tempo, ma in quella direzione va la storia - simboleggiato nell'arcobaleno simbolo naturale di straordinaria bellezza, pace e illuminazione. Non a caso molti movimenti pacifisti usano i suoi colori come bandiera.

Pubblicato in Cinema & Teatro
Etichettato sotto

ROMA - Sul palcoscenico di Rebibbia, dove entrare scuote chi non l’ha mai visitato, è andato in scena “Cento lettere. Dalle sbarre alle stelle” uno spettacolo che trasforma la visione che abbiamo delle persone detenute e fa pensare che a tutti va data una seconda chance.

Pubblicato in Cinema & Teatro

Alla “Balera romana”, un locale che nella capitale esiste, come ogni sera i clienti si raccolgono e danzano cullati dalla Naomi’s band che esegue motivi rigorosamente italiani degli anni settanta, ottanta e novanta.

Pubblicato in Cinema & Teatro
Etichettato sotto

Un’opera nata dall’idea di Gloria Imperi che permette di esplorare la complessità dell’universo femminile

Pubblicato in Cinema & Teatro
Etichettato sotto

La recensione di Green Book e tutti i vincitori

Pubblicato in Cinema & Teatro
Etichettato sotto

ROMA - Chiamare le cose per nome è spesso l'unico modo di farle esistere. Il nome è il luogo della conoscenza, a volte dell'intimità. La dignità di essere nominati appartiene all’identità vera o definisce ciò che appare? L'importanza di chiamarsi Ernesto – che la regia di Ferdinando Bruni e Francesco Frongia porta in scena alla Sala Umberto fino al 24 febbraio – è l'opera di Oscar Wilde nella quale il tema è affrontato con un'ironia dissacrante, paradossale, che la rende commedia piacevole e di grande attualità.

Pubblicato in Cinema & Teatro

bianco.png