Visualizza articoli per tag: sardegna

ROMA - La Sardegna è in ginocchio a causa delle gravi ripercussioni dovute al passaggio del ciclone Cleopatra. Un’intera isola devastata, che in queste ore piange i morti, conta i danni e cerca, a fatica, di rialzarsi dinanzi a un evento senza precedenti. Una circostanza eccezionale, le cui conseguenze potevano e dovevano essere evitate.

Pubblicato in Fatti & Opinioni

ROMA - In queste ore la Sardegna sta vivendo uno dei momenti peggiori che la sua storia ricordi. I morti finora sono 16, i dispersi e gli sfollati non si contano. I danni, invece, si conteranno domani, anche se già oggi c’è chi sa di aver perso tutto e di dover piangere i propri cari.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

Legambiente: “Da Varsavia a Roma, urgente nuovo e concreto impegno per fermare le vittime del clima”

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

ROMA -  «In Italia sono 6.153.860 gli abitanti esposti alle alluvioni. Il probabile aumento delle temperature potrebbe portare in Europa a inondazioni più frequenti ed intense. Ma quello che sta accadendo non è solo per colpa dei cambiamenti climatici. A fine agosto noi geologi avevamo già detto dei rischi e della fragilità del territorio». Lo ha affermato Gian Vito Graziano, presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi.

Pubblicato in Italia
Etichettato sotto

ROMA - Al momento sono 17 le persone rimaste vittime  del ciclone Cleopatra che si è abbattuto sulla Sardegna. Tra questi anche un bimbo di Raica e una famiglia di 4 persone di Arzachena. La zona più colpita è quella intorno a Olbia, dove si contano almeno 13 morti. 

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA - “Ci sono tagli che fanno male al Paese, e che non ci fanno risparmiare un soldo perché, anzi, si trasformano in una spesa. E’ il caso, purtroppo, del mancato stanziamento di risorse per la prevenzione antincendio, come sta dimostrando la pesantissima emergenza incendi in corso in Sardegna, dove i costi ambientali, sociali ed economici dei roghi saranno di gran lunga superiori al risparmio iniziale ottenuto coi tagli ”.

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

CAGLIARI - «Quest'anno, come molti miei colleghi, ho capito sulla mia pelle cosa vuol dire essere un cittadino sardo e non italiano. Un cittadino di serie B».

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

Venerdì una delegazione della Carbosulcis a Roma

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

C’è qualcuno che conosce Medio Campidano? Od Ogliastra? Sono due delle provincie sarde che, insieme a Sulcis e Gallura saranno abolite, dopo il risultato del referendum «anticasta» svoltosi in Sardegna e che ha visto una forte partecipazione popolare. I cittadini sardi hanno inviato un segnale roboante all’attuale e al prossimo governo: bisogna abolire al più presto questi repertori dell’impero romano e del fascismo, oramai del tutto inutili nella gestione amministrativa dello Stato. Ci vorrà una legge costituzionale, si dice: e allora? È forse impossibile mettere in calendario una riscrittura semplice semplice dell’articolo 114: «La Repubblica è costituita dai Comuni, dalle Città metropolitane, dalle Regioni e dallo Stato».  L’iter della legge, che è “rinforzato”, essendo la nostra una Costituzione rigida, potrebbe iniziare ora e magari terminare nella prossima legislatura.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Pagina 4 di 4

bianco.png