IL LIBRO

Un romanzo investigativo che rivoluziona i canoni del “giallo”

Se c’è una cosa, parlando di cinema, che i francesi non vogliono ammettere è che la Mostra di Venezia è molto, ma molto più importante del loro festival di Cannes.

Elena Pigozzi è una scrittrice, giornalista e insegnante, già nota al grande pubblico per il successo editoriale de “L’ultima ricamatrice”, che le è valso il “Premio Pavoncella” 2021, attribuito alla “creatività femminile”.

«... Tornare è stato più veloce del partire, tanto che il viaggio è sembrato un colpo di ciglia, perciò ha le prove che il tempo segue leggi che nulla hanno a che fare con la fisica, ma con le attese e i ricordi». 

Recentemente presentato alle Scuderie del Quirinale “ Raffaello tra gli Sterpi. Le rovine di Roma e le origini della tutela” di Salvatore Settis e Giulia Ammannati,

«Elena sente un rumore provenire dalla sua stanza da letto. Cosa può essere? In punta di piedi, la bambina si avvia alla ricerca di qualcosa»

Carmela Pappalardo ha esordito nella narrativa rosa con “Tutta colpa delle bollicine”: un romanzo di “grandi passioni e sentimenti”. Una sorta di moderna trasposizione di “Romeo e Giulietta”, dove però il nemico cui opporsi non è esteriore, ma risiede dentro di noi. Spiega come la stessa autrice.

bianco.png