Gian Carlo Zanon

Gian Carlo Zanon

URL del sito web: http://www.luomoinrivolta.it/

ROMA - Sollecitati da alcuni interventi dei nostri lettori, sulla verità scientifica spesso in contrasto con la credenza religiosa, abbiamo pensato di scrivere su questo tema.

BERGAMO - Gli inquirenti sono ormai quasi certi che Yara Gambirasio sia stata uccisa nel luogo dove è stata ritrovata. Un ciuffo d’erba stretto nella mano confermerebbe questa ipotesi.

BERGAMO - Poche ore fa, Mara e Fulvio Gambirasio i genitori di Yara sono tornati a casa, in via Rampinelli, a Brembate di Sopra, a bordo di un auto della polizia, dopo la visita all'istituto di medicina legale di Milano, dove hanno compiuto il riconoscimento del cadavere della ragazza.  

ROMA - C’è qualcosa di primario ed arcaico nella sepoltura dei morti e nella giustizia.

ROMA - In questi giorni su giornali e televisioni i nomi di Gheddafi, Ben Alì, Mubarak, vengono associati alle parole tiranno, criminale, despota.

Sabato, 19 Febbraio 2011 20:34

Bersani no, con la Lega razzista no

ROMA - In politica, tutti i fini giustificano i mezzi? Una domanda che chiunque fa politica, come ‘professione’, se l’è posta molte volte.

Il 17 febbraio del 1600, alle sei del mattino, veniva assassinato Giordano Bruno il quale, come leggiamo dal “Giornale” della Confraternita di San Giovanni Decollato, “stette sempre con la sua maledetta ostinazione aggirandosi il cervello e l’intelletto con mille errori e vanità”.

ROMA - Chi ieri sera ha visto su rai3 l’inchiesta televisiva di Riccardo Iacona, sul problema carceri in Italia, questa notte non avrà dormito molto bene.

Giovedì, 10 Febbraio 2011 12:47

Shakespeare e l’immagine femminile

ROMA - Sabato 12 febbraio, alle ore 18, nella libreria Amore e Psiche di Roma, verrà presentata la prima opera letteraria di un giovane saggista, che insegna nei Licei di Roma: Paolo Randazzo.

Mercoledì, 09 Febbraio 2011 16:41

Il suicidio politico di Pannella

ROMA - Sembra che Marco Pannella voglia essere risucchiato nel gorgo maleodorante dove stanno per finire Berlusconi e i collaborazionisti di questo ‘stato della cose’ italiano.

bianco.png