Mercoledì, 16 Maggio 2012 16:00

Miss Italia. Un titolo riservato a chi frequenta l'Università

Scritto da

ROMA - Nell’edizione 2012 di Miss Italia un titolo sarà riservato alle ragazze iscritte all’università, che tra l’altro ogni anno sono sempre molto numerose.

L’idea è venuta all’azienda calzaturiera toscana sponsor del Concorso, che si propone di trasformare il normale contratto di lavoro di testimonial della miss legata al suo nome (“Ragazza in Gambissima Luciano Barachini”) in una Borsa di studio. La ragazza sarà così coinvolta in stage aziendali e in sessioni formative all’Università di Pisa dove il titolare, Marco Barachini,  svolge seminari. «Contro la retorica della crisi – spiega – proponiamo una risposta di tutto rispetto, scegliendo di investire in cultura e formazione, offrendo alle aspiranti Miss in gambissima un’opportunità di realizzazione professionale (diventare testimonial del marchio Barachini) e prepararsi ad entrare nel mondo del lavoro. Del resto – aggiunge - ogni personaggio dello spettacolo è una piccola ‘azienda’ e quindi deve essere amministrata; se non si possiede un solido background si rischia di essere travolti da questo mondo effimero».


‘Miss Ragazza In Gambissima’ è un titolo di vecchia data, ma questa volta significa proprio che la candidata, che sarà eletta  a Settembre durante le finali di Montecatini Terme, deve essere preparata, pronta per questo impegno, cioè ‘in gamba’.
Patrizia Mirigliani, molto soddisfatta dell’iniziativa, ha spiegato: «sono molto grata ai responsabili dell’azienda perché si tratta di una svolta interessante e di un riconoscimento non di poco conto all’attività portata avanti in questi ultimi anni riguardo alla personalità e alla preparazione delle ragazze. La ‘Fondazione Enzo Mirigliani’, che sarà varata appena possibile, mira agli stessi obiettivi, cioè al sostegno alle giovani meritevoli con Borse di studio ed altre forme di aiuto nel loro cammino verso il mondo del lavoro».

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]