Visualizza articoli per tag: PINOCHET

ROMA - Alla vigilia del quarantesimo anniversario del colpo di stato del generale Augusto Pinochet in Cile, Amnesty International ha dichiarato che a migliaia di sopravvissuti alla tortura e di familiari delle persone scomparse durante il brutale regime militare vengono ancora negate verita’, giustizia e riparazione. 

Pubblicato in Diritti Umani
Etichettato sotto

ROMA - Vi ricordate quando Silvio Berlusconi diceva che la crisi non c'era? Che i ristoranti sono pieni e diventa difficile prenotare un volo aereo? 

Pubblicato in Economia
Etichettato sotto

ROMA - Arriva  come un fiume in piena la relazione annuale del presidente dell'Agcom Corrado Calabrò  presentata oggi alla Camera dei Depuati. 

Pubblicato in Primo piano

ROMA – Ora che il velo lo hanno tolto gli stessi gerarchi berlusconiani, durante l’assise romana del cinema Capranica, sul vero volto del berlusconismo, dopo che almeno il 70% degli italiani lo aveva ben compreso diciassette anni fa, sarà forse il caso di lanciare un grido di allarme.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

Mentre fa scena muta davanti ai magistrati, Berlusconi arringa la folla all'uscita del tribunale e a chi glielo fa notare non fornisce risposta. Prova a trasformare i suoi processi in uno scontro all'ultimo sangue con i giudici

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA - La Commissione giustizia della Camera ha approvato la norma presentata dal relatore Maurizio Paniz al testo sul processo breve che riduce i tempi di prescrizione per gli incensurati. Tutta l'opposizione ha votato contro. La norma, che introduce l'articolo 4-bis nel testo, prevede che per gli incensurati ci siano dei tempi di prescrizione più brevi che per i recidivi. In sostanza si stabilisce che quando si è in presenza di atti interruttivi del processo, come ad esempio un interrogatorio, il tetto massimo della pena aumenti non più di un quarto, ma di un sesto per le persone mai condannate prima il cui processo non sia arrivato alla sentenza di primo grado. Per quanto riguarda quest'ultimo punto, il relatore del provvedimento Maurizio Paniz si è detto disponibile a rivederlo. Lasciando questa previsione della sentenza di primo grado come elemento di differenziazione tra gli incensurati, si rischierebbe, secondo il Pd, di creare una differenza sostanziale «tra incensurati e incensurati». Anche il leader dell'Idv Antonio Di Pietro ha infatti chiesto che questo secondo comma dell'articolo 4-bis venga eliminato. Così la 'norma-Paniz' potrà essere fatta valere nei confronti di tutti coloro che non sono ancora stati condannati con sentenza passata in giudicato senza prevedere più il discrimine che abbiano o meno avuto una sentenza di primo grado nei loro confronti. «La maggioranza è davvero spudorata - tuona il capogruppo del Pd in Commissione Giustizia, Donatella Ferranti - perchè sembra che stiano approfittando della guerra per accelerare su tutte le norme ad personam che riguardano Berlusconi».

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

Saranno buttati a mare senza salvagente dirigenti oramai considerati bruciati come Bondi e Ignazio “La Rissa”. In forte ascesa Maurizio Lupi e la componente della holding di Comunione e Liberazione

Pubblicato in Primo piano

bianco.png