Visualizza articoli per tag: Zhu Yufu

ROMA -  Il poeta e difensore dei diritti umani cinese Zhu Yufu (58), arrestato dalle autorità cinesi lo scorso febbraio e condannato a sette anni di detenzione per una poesia diffusa attraverso Skype ad amici e colleghi, sarebbe stato sottoposto ripetutamente a torture fisiche e farmacologiche, secondo fonti locali. La poesia per cui ha subito la pesante condanna detentiva si intitola “E’ tempo” ed è un inno alla libertà.

Pubblicato in Diritti Umani
Giovedì, 27 Gennaio 2011 07:16

La shoah e la banalità della ragione

ROMA - Forse Hannah Arendt sbagliò a intitolare il suo libro, sul caso giudiziario del nazista Eichmann, La banalità del male.

Pubblicato in Letteratura
Etichettato sotto

bianco.png