Visualizza articoli per tag: banca mondiale

Le prospettive di crescita della Cina sono meno luminose di quanto ipotizzato in precedenza. Parola della Banca mondiale, che ha rivisto al ribasso le sue previsioni al 7,4% per quest’anno, al 7,2% per il prossimo e al 7,1% per il 2016. Motivo principale: le riforme messe in campo da Pechino, la quale sta cercando di traghettare l’economia della Tigre asiatica verso un modello basato sui consumi, piuttosto che su investimenti ed esportazioni.

Pubblicato in Economia

ROMA - La decisione era platealmente attesa, l’agenzia di rating Moody's ha tagliato nel cuore della notte il rating sul debito sovrano dell'Italia a 'A2' da 'Aa2'; ovvero di tre gradini sotto Aa2 ci sono infatti Aa3 A1 e poi A2. Tanto per chiarire che l’agenzia non scherza viene comunque mantenuto un l'outlook negativo in vista di possibili ulteriori declassamenti. La decisione vede il giudizio di Moody's allinearsi al giudizio della concorrente S&P ed era di fatto già scontata dal mercato che vede le borse del vecchio continente ben toniche e lo spread in rialzo lieve intorno ai 380 punti.

Pubblicato in Economia
Etichettato sotto

bianco.png