Visualizza articoli per tag: vicenza

La XXV Edizione si svolgerà dal 1 al 10 luglio 2021

Pubblicato in Musica
Etichettato sotto
Mercoledì, 25 Marzo 2015 18:55

Teatro Olimpico di Vicenza. I fiori dell'Olimpo

Al Teatro Olimpico di Vicenza fiorisce il teatro nel teatro. In scena dal 18 settembre al 30 ottobre 2015  il 68° Ciclo di spettacoli classici con la direzione artistica di Emma Dante 

Pubblicato in Cinema & Teatro
Etichettato sotto

 

Il Sindaco di Vicenza assicura, i militari Usa sono sani

Pubblicato in Mondo
Etichettato sotto
Martedì, 03 Maggio 2011 19:49

Gianfranco Fini (Fli)

"Non so quando questa legislatura finirà, nè mi azzardo a fare previsioni impossibili. Però solo allora, con Futuro e Libertà e il mio nome nel simbolo, ci potremo misurare davvero alle urne e si saprà dove ci porta questa sfida che è ancora in corso"

Pubblicato in Citazioni
Etichettato sotto

ROMA – Per cinquant’anni è stato il giornale della destra fascista, uno degli avamposti del revanscismo mussoliniano. Giorgio Almirante ne aveva fatto una sorta di icona della nostalgia. Praticamente tutta la classe dirigente del vecchio Msi, poi travasata in An e infine dispersa fra Pdl e Fli, da Fini a Gasparri, da La Russa a Matteoli, aveva frequentato – con poco profitto giornalistico – quella spoglia redazione seguendo la linea politica di un post-fascismo fortemente accentato. Ora “Il Secolo d’Italia”, qualche migliaia di copie di diffusione e un finanziamento pubblico di svariati milioni che lo tiene in piedi come una flebo, rischia di essere tolto al suo direttore Flavia Perina e ai finiani. È l’ultimo atto di guerra dei “colonnelli” di An, ora attaccati come il muschio alle viscere del berlusconismo, nei confronti dell’odiato leader di Fli. Enzo Raisi, deputato finiano e amministratore unico del quotidiano, dice sconsolato: “Con questo blitz hanno fatto tacere l'unico giornale che ha una voce dissonante nel centro-destra”. Oggi, infatti, si riunisce il consiglio di amministrazione nominato dal comitato dei garanti, dove la componente fedele al magnate di Arcore ha la maggioranza. Il suo obiettivo è togliere agli “insorti” del Pdl la voce storica del giornale. Flavia Perina, il suo direttore, sbotta: “L'accusa che il Secolo d'Italia sia il giornale di Fli è infondata. Siamo il giornale dell'anima più profonda della destra”. Poi mena il suo fendente: “La destra non può sostenere che è meglio arrestare gli studenti prima che scendano in piazza per manifestare, o inneggiare alla visita delle 500 'gheddafine’, o difendere i festini di Arcore”.

Pubblicato in Primo piano

MILANO – Un Gianfranco Fini per niente dimesso ma anzi combattivo ha sfidato dal palco del congresso fondativo di Fli il suo antagonista Silvio Berlusconi dicendogli: “Dimettiti e mi dimetterò anche io: poi andiamo alle elezioni”. Una sfida in piena regola, forse dettata dalla sicurezza che il premier non si dimetterà mai a causa dei suoi guai giudiziari.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

Il leader di Fli propone “convergenze fra maggioranza e opposizione”, che sembrano quelle “parallele” di Aldo Moro. In realtà, aumentano le preoccupazioni per un gruppo che si sta sfaldando

Pubblicato in Primo piano

ROMA - Pd e Fli votino i decreti sul federalismo municipale e l'autonomia impositiva e, in cambio, la Lega è pronta al confronto sul cambiamento della legge elettorale. È l'offerta che il ministro per la Semplificazione normativa Roberto Calderoli mette sui tavoli di Fini e Bersani. «Anche a quelli che non sostengono il governo -dichiara Calderoli in un'intervista alla 'Repubblica'- conviene votare il federalismo». Una volta detto sì «sarà più facile affrontare insieme, maggioranza e opposizione la riforma costituzionale.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

Lettera di miele di Silvano Moffa e di altri cinque esponenti di Fli per scongiurare la partecipazione al voto di sfiducia di Fli. Il mitico “Silvio” è una calamita troppo potente anche per chi si spacciava membro di una “destra sociale”, che ora è attratta soltanto dal maliardo (senza refusi) di Arcore

Pubblicato in Primo piano

La delegazione dei finiani al Governo rimette il mandato nelle mani del leader. Da Bastia Umbra nasce il nuovo partito di una destra democratica e anticesarista che vuole mandare in pensione il Cavaliere

Pubblicato in Primo piano