Visualizza articoli per tag: disabili

Il World Usability Day è la Giornata Mondiale dell’Usabilità, nata nel 2005 come iniziativa della Usability Professionals’ Association per garantire che i servizi e i prodotti importanti per la vita umana siano di più facile accesso e più semplici da usare

Pubblicato in Società
Etichettato sotto
Giovedì, 06 Ottobre 2016 09:00

Disabili: un numero verde contro le discriminazioni

ROMA - 800572775. E' questo il numero verde nazionale e gratuito, attivato da ANMIC - Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili per segnalare casi di discriminazione nei confronti dei cittadini disabili.

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

Il Presidente del Senato Pietro Grasso incontra gli allievi diversamente abili e normodotati dell’Accademia l’Arte nel Cuore Onlus, primo progetto mondiale di formazione artistica integrata multidisciplinare per ragazzi diversamente abili e normodotati. “Io vostro testimonial? Adesso non è possibile.. ma domani chissà..”

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

ROMA - La Dr.ssa G. Saracino, Direzione socio-educativa del X Municipio, ed alcuni dei suoi collaboratori hanno incontrato, alla presenza dell’ing. Umberto Gialloreti, Presidente della Consulta Cittadina, un nutrito gruppo di genitori di persone disabili e persone disabili del X Municipio, circa 40, che hanno potuto presentare la situazione di difficoltà in cui le famiglie con disabilità versano per l’inadeguata e, talvolta, mancata erogazione dei servizi diretti alle persone con disabilità.

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

CAGLIARI - In occasione della Giornata Nazionale del Braille, che si tiene ogni anno il 21 febbraio, il Comune di Cagliari ha intitolato una piazza a Louis Braille, inventore dell’omonimo sistema di lettura e scrittura. La piazza è ubicata fra Via Stoccolma e Via Berlino nel quartiere Genneruxi.

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

Dal 14 aprile al 4 maggio 2014: SMS solidale al 45504. Nessuno è disabile alla felicità: Fondazione Ariel progetta corsi formativi per le famiglie con bambini disabili

Pubblicato in Società

ROMA - L’ex funzionario del Fondo Monetario Internazionale divenuto sponsor di tagli a più non posso è  uno degli uomini più criticati degli ultimi giorni. Cottarelli è riuscito infatti, con le sue diapositive, a colpire, per ora solo in immagine, il portafogli del ceto medio per i contenuti delle proposte e la sensibilità di una normale persona riguardo  non solo alle proposte ma anche alle motivazioni assurde con le quali si giustificano i tagli. Nel suo mirino non solo i dipendenti pubblici, gli 85 mila esuberi. Nel mirino le vedove, i disabili, gli invalidi, perfino le poche pensioni per i superstiti di guerra. Però buttare sulle spalle del  solo commissario fa dimenticare che il premier è andato in pressing per reperire quei fondi che allo stato non ci sono e  servono  e che, in qualche modo, deve trovare per mantenere le promesse date. Ha detto  che Cottarelli ha presentato un elenco di proposte e che sarà il governo, lui, a decidere quale adottare e presentare al Parlamento.

Renzi non risponde alle richieste dei sindacati  per un urgente confronto 

Nessuna risposta, fino ad ora, alla pressante richiesta di un confronto che gli viene rivolta dalla parti sociali, dai sindacati. Eppure le reazioni dure che sono venute da ogni parte dovrebbe indurre ad aprire un confronto con chi rappresenta milioni di persone. Neppure dalle forze politiche che sostengono la maggioranza, il Pd in primo luogo è venuta una indicazione di apertura nei confronti delle forze sociali.

Le assurde motivazioni date dal commissario

Partiamo dalle motivazioni per cui  Cottarelli propone di tagliare le pensioni. “Una quota elevata delle pensioni- dice-viene risparmiata. Su quasi tutte le classi di reddito il risparmio delle famiglie con pensionati è più elevato delle altre”. E le somme risparmiate- sostiene Cottarelli non aiutano la crescita del Pil. Per cui le tagliamo. Nessuna riflessione arriva però in merito ai trasferimenti dei risparmi dalle nonne pensionate ai nipoti e figli disoccupati, trasferimenti che invece alimentano non solo il Pil ma anche figli e nipoti.

Applicando le stesse motivazioni per quanto riguarda il taglio degli stipendi ai dipendenti pubblici siamo nel campo nell’assurdo. Si tratta di un provvedimento uguale ed opposto a quello sulle pensioni. Da una parte tagli le pensioni tanto vanno a risparmio e quei soldi si possono invece  investire per far aumentare il Pil. Al tempo stesso tagli gli stipendi che invece vanno nel mercato, vengono spesi interamente e fanno aumentare il Pil.

Susanna Camusso: la vecchia logica dei tagli lineari. Bonanni: “sconcertato”

Da Bruxelles, dove partecipa al vertice dei sindacati europei alla vigilia del Consiglio europeo, il segretario generale della Cgil Susanna Camusso fa sapere che ritiene che i tagli di spesa come annunciati ieri rientrano "nella vecchia logica dei tagli lineari e della compressione della occupazione, con effetti che sarebbero immediati" e preluderebbero al "ritorno in una logica recessiva". Bonanni, segretario generale della Uil, si dice “ sconcertato”, “ basta con il massacro” e chiede al governo che si sieda al tavolo con i sindacati  

Daita (Cgil). Non ci si può accanire sui disabili

Per la responsabile dell'Ufficio politiche per la disabilità della Cgil Nazionale, Nina Daita, in merito  capitolo riguardantei l’invalidità afferma: "Bisogna smetterla di accanirsi contro la disabilità. La “svolta buona” che questo governo vuole rappresentare deve partire anche da qui, mettendo fine alla campagna di accanimento contro i disabili. Come tutti i governi che lo hanno preceduto anche questo non brilla per fantasia: ancora una volta si vuole partire dai più deboli e dalle solite battute sui falsi invalidi”.

La Daita sottoline poi come “andrebbe però chiarito, ancora una volta, che l'indennità di accompagnamento è legata all'invalidità e non alla povertà, ecco perché non è legata al reddito".  E chiede al governo  di cominciare dai più forti e ricordando all’esecutivo che  “la disabilità non è una colpa ma una sfortuna sulla quale nessun politico ha diritto di accanirsi.”

La Uil chiede come sono stati calcolati gli esuberi

Benedetto Attili, segretario generale della Uil Pa, commentando gli 85 mila esuberi nella Pa annunciati dal commissario per la spending review, riflette sul fatto che da una parte "c'è una nota della Funzione pubblica che dice che il lavoro svolto da Cottarelli è stato travisato” mentre dall’altra non è chiaro quali siano stati i procedimenti di calcolo con cui si è arrivati a queste cifre. Sollecita un incontro con il ministro Madia per ”vedere i numeri sui dipendenti in esubero e in base a quale criterio sono stati calcolati".  "Quel che chiediamo come sindacato -conclude - è avere informazioni preventive sui numeri e poter avviare un confronto”. 

Vendola. Cottarelli propone un “piano Grecia” 

Nichi Vendola, presidente di Sinistra ecologia libertà, parlando con i cronisti a Montecitorio,  ricorda che "anche noi avevamo accolto con simpatia un'opera di riparazione sociale nei confronti dei ceti medio-popolari, nei confronti di chi ha sofferto di più in questi anni della crisi. Ma questa opera rischia di finire rapidamente. Il piano Cottarelli potremmo battezzarlo 'Piano Grecia'". 

Pubblicato in Primo piano

ROMA -  Hanno trascorso tutta la notte davanti a Montecitorio. Chiedono di essere curati con il metodo Stamina. "Protesteremo fino alla morte".  Sandro e Marco Biviano, due fratelli di Lipari affetti da distrofia muscolare, hanno dormito per terra e sulle loro sedie a rotelle insieme ad altri sette disabili. Stanno portando avanti la loro protesta contro l'impossibilità di potersi curare con il metodo Stamina.

Pubblicato in Società
Mercoledì, 17 Ottobre 2012 19:18

Essere disabile in Italia significa emarginazione

E' sconfortante il quadro che si viene oggi a delineare in relazione ai problemi legati alla disabilità in Italia. La ricerca promossa dalla Fondazione Cesare Serono e realizzata dal Censis riporta infatti dati allarmanti che evidenziano l'inadeguatezza e l'insufficienza delle risorse destinate alla protezione sociale delle persone con diversa abilità. 

Pubblicato in Primo piano

ROMA - C’è tanto inglese nella nuova manovra dell’esecutivo, tante lacrime e uno zuccherino per addolcire le mazzate che comportano tagli per circa 10-12 miliardi.

Pubblicato in Primo piano
Pagina 1 di 2

bianco.png