Speech Art si vuole richiamare alle pratiche dialettiche nell’arte, alle tavole rotonde e ai talk. Speech Art gioca sull’assonanza col verbo spicciare, con l’idea di far ordine su un punto, mettendo in luce un pensiero. Ma senza troppo prendersi sul serio. Speech Art è una serie di parole sull’arte, si spera di senso compiuto. Speech Art è l’incontro con chi l’arte la sa fare o la sa leggere. Speech Art è uno sguardo sull’arte contemporanea a cura di Federica La Paglia

   Federica La Paglia

Federica La Paglia

Critica, curatrice di arte contemporanea e consulente comunicazione

ROMA - In un momento di grande difficoltà per Roma, di cui inevitabilmente soffre anche la scena culturale e artistica, privata dei vivaci progetti del passato, colpita ad esempio dall’incerta sorte del MACRO – ancora con un direttore ad interim e privo di gran parte del suo personale – ma soprattutto segnata – pure nella progettualità – dall’assenza di una reale politica culturale che condiziona la vita del cittadino/pubblico e degli operatori professionali (artisti, critici, curatori, galleristi etc..), viene spontaneo riflettere su periodi comunque molto duri della nostra storia, in cui la cultura ha invece giocato un ruolo importante, talvolta dirompente.

La conoscenza, l’inconscio e i dolori del giovane Gioni 

ROMA - Presentato a Roma, con una lunga conferenza stampa, il nuovo direttore artistico del museo MAXXI, il curatore e critico cinese Hou Hanru, voluto dal Consiglio di Amministrazione (composto da Beatrice Trussardi, Monique Veaute e dalla presidente della Fondazione, Giovanna Melandri) e selezionato tra i venti papabili, inizialmente individuati.

Pagina 3 di 3

bianco.png