Visualizza articoli per tag: letteratura

IL DIRITTO / IL ROVESCIO L’inesauribile corrente delle parole. La malleabilità delle parole. Parole necessarie, parole superflue  Parole vere, parole ingannevoli

Pubblicato in Letteratura

Dal 15 al 18 marzo attesi a Roma 300 scrittori e 130 incontri.  In 9 anni circa trecentomila partecipanti alla manifestazione 

Pubblicato in Letteratura
Etichettato sotto
Mercoledì, 24 Gennaio 2018 18:46

44° Edizione del Premio Itas del libro di Montagna

Presentata a Milano la 44a edizione del Premio ITAS del Libro di Montagna, il prestigioso premio letterario dedicato alla letteratura di montagna. Il termine per inviare le opere è fissato per il 31 gennaio 2018

Pubblicato in Letteratura
Etichettato sotto

La tecnologia è nei fatti più evoluta del nostro cuore e della nostra psiche, ci illudiamo di avere molte cose sotto il nostro controllo ma i meandri dell’animo umano restano misteriosi: lo dimostrano Pascale Chapaux Morelli ed Eugenio Murrali nel saggio “Vincere le delusioni – Contromosse per superarle e non farsi avvelenare la vita”, edito da Feltrinelli.

Pubblicato in Il libro
Etichettato sotto

In testa solo buone idee per ContestaRockHair. Il brand internazionale di hairstyle inizia la nuova stagione inaugurando un nuovo salone nel quartiere Testaccio a Roma.

Pubblicato in Life & Style
Etichettato sotto

“Nuvole di fango” è l’esordio letterario di Inge Schilperoord, una psicologa che ha realmente conosciuto dei pedofili e, in questo suo romanzo, fa un ritratto conturbante e magnetico di un giovane affetto da tale perversione.

Pubblicato in Il libro
Etichettato sotto

 “La figlia del boia e il re dei mendicanti” è il terzo libro della saga di Oliver Pötzsch, che ha per sfondo la Germania del secolo XVII.

Pubblicato in Il libro
Etichettato sotto

Federico L’Olandese Volante, storica voce radiofonica, trascina i lettori in un romanzo in cui biografia e fantasia convivono al giusto punto di equilibrio

Pubblicato in Letteratura
Etichettato sotto

I libri non sono fatti per essere letti e riposti semplicemente nella propria libreria. Sono fatti per essere vissuti, sottolineati, compresi, tenuti dentro di sé.

Pubblicato in Letteratura
Etichettato sotto

Di Bruna Alasia

Irlanda, 1859. L’infermiera Lib Wright giunge dall’Inghilterra nelle Irish Midlands, perché convocata da un comitato capeggiato dal dottor McBrearty, il medico della Contea. Lib dovrà occuparsi di un caso misterioso: Anna O’Donnell, una bambina di undici anni, che afferma di vivere di “manna dal cielo” e non tocca cibo da quattro mesi. Considerata un “prodigio vivente”, la piccola attira stuoli di fedeli da tutto il mondo, anche se molti sono convinti che i suoi genitori siano degli impostori che, a scopo di lucro, abbiano architettato la messa in scena nutrendo la figlia di nascosto. Per questo un comitato di paesani ha ritenuto opportuno ingaggiare come sorveglianti due infermiere che per quindici giorni, a turno al fianco di Anna, indaghino per svelare se si tratta di truffa o miracolo. All’inizio, la bambina non fornisce alcuna prova di frode, sembra vivere di privazioni come una santa, al punto che Lib comincia a dubitare che il prodigio sia vero. Poi di colpo Anna scivola verso un visibile deperimento mentre affiorano segreti inenarrabili e Lib è posta di fronte a dilemmi delicati e pericolosi …

L’autrice ha un’innata capacità di tenere alta la suspense e in “Prodigio”, intessuto di maestria psicologica, prosa scorrevole, ambientazione storica attendibile, il lettore è catturato in un’avventura drammatica e verosimile. Scrive Emma Donoghue nella postfazione: “Questa è una storia inventata, però trae ispirazione dalle cosiddette ‘digiunanti’ – se ne registrarono una cinquantina nelle Isole Britanniche, l’Europa occidentale e il Nord America, fra il sedicesimo e il ventesimo secolo”. Da avvenimenti accaduti la Donoghue intesse un avvincente racconto sull’eterno conflitto tra superstizione, fanatismo religioso, ignoranza, misticismo e scienza. Un romanzo che evidenzia i pregiudizi di una comunità e la crudeltà tra consanguinei. Consigliato anche da Stephen King.

Emma Donoghu scrittrice, drammaturga e sceneggiatrice irlandese naturalizzata canadese, è stata finalista al Booker Prize nel 2010 e nel 2011 ha vinto il premio Alex con “Room. Stanza, letto, armadio, specchio” – che narra il sequestro e l’interminabile segregazione di una ragazzina messa incinta da un bruto – del quale ha firmato la sceneggiatura del film omonimo. 

Il prodigio

Emma Donoghue

Traduttore: M. Ortelio

Editore: Neri Pozza

Collana: I narratori delle tavole

Anno edizione: 2017

Pagine: 301.

Euro 17

Pubblicato in Letteratura
Etichettato sotto