Sabato, 24 Maggio 2014 20:38

Riforma Pa. Cgil. Cisl.Uil sfidano il governo, centinaia di assemblee nei luoghi di lavoro

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

ROMA - Grande mobilitazione nei luoghi del lavoro pubblico per cambiare la Pa insieme ai lavoratori. In tutta Italia- annunciano Cgil. Cisl, Uil della categoria- si sono tenute centinaia di assemblee di lavoratrici e lavoratori delle pubbliche amministrazioni per aprire un percorso partecipato e integrare le proposte dei sindacati.

Un'iniziativa di sensibilizzazione e confronto che proseguirà  in attesa della  convocazione del Ministro della Pa Marianna Madia. A lei e al Governo Renzi presenteremo la nostra proposta di riorganizzazione e innovazione dei servizi pubblici Così una  nota congiunta di Rossana Dettori, Giovanni Faverin, Giovanni Torluccio e Benedetto Attili, rispettivamente Segretari Generali di Fp-Cgil, Cisl-Fp, Uil-Fpl e Uil-Pa.  I tre sindacati confederali, dopo aver inviato all'esecutivo le 45 proposte unitarie, hanno invitato i dipendenti pubblici a scrivere  a Renzi “Voglio il  Contratto sia all'indirizzo :Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo."  sia attraverso i social network e continueranno nelle prossime settimane a sviluppare la campagna #Renzi #VoglioIlContratto - #45proposte per la #RiformaPa. Da oggi, annunciano, sarà  inoltre attivo il sito www.cgilcisluilfp.it"  e i profili facebook e twitter unitari.

“I lavoratori pubblici-conclude il comunicato sindacale- hanno le competenze e le idee per sostenere il Paese nella ripresa. Certo, passato il tempo dei sondaggi, bisogna aprire una stagione di partecipazione vera al cambiamento. Serve un'iniezione di modernizzazione e un profondo ringiovanimento, una seria riqualificazione degli enti e della spesa. Insieme ai lavoratori, presenteremo un piano di riorganizzazione che punti su professionalità , lotta agli sprechi, indicatori di qualità  e ridisegno della rete dei servizi. Su questo terreno siamo pronti a confrontarci con il governo e il ministro della Pa.”

Letto 2324 volte