Martedì, 29 Luglio 2014 11:46

Alitalia, tempo scaduto. Adusbef presenta esposto a Corte dei Conti

Scritto da

 

ROMA - Ormai siamo all’epilogo della vicenda Alitalia.  Oggi il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi ha tuonato contro la leader della Cgil  Susanna Canmusso per via della sua intervista apparsa ieri su Avvenire:  “Non riapro nessuna trattativa e non accetto questo tira e molla”.

«Marziani sono Cgil e Uil che ancora fanno finta di non capire che siamo al bivio - ha ribadito Lupi - . Che la scelta è tra far chiudere Alitalia, creando una crisi occupazionale da brividi, o farla diventare la prima compagnia del mondo». «Sono fuori dalla realtà e rischiano di uscire dalla scena - ha proseguito - La gente capisce, i lavoratori capiscono: se Camusso andrà avanti così, sarà tagliata fuori dagli stessi iscritti della Cgil. Il rischio è che, con una linea simile, saltino le rappresentanze sindacali e i lavoratori decidano di trattare in maniera  autonoma. Questo alcuni sindacati, come Cisl e Ugl, l`hanno capito, altri no».

 Lupi, tuttavia, si dice positivo: “Credo che arriveremo questa settimana alla conclusione”,  Lupi ha ricordato che «il rapporto è tra  l'azienda e i sindacati, ma se non dovesse esserci un  sblocco, come non mi auguro, il Governo non potrà fare altro  che riconvocare al tavolo i sindacati e spiegare la  situazione».  Lupi fa anche sapere che “il cda di  Poste ha deliberato la partecipazione all'aumento di capitale  , ritenendo che l'investimento Etihad-Alitalia sia strategico  anche per la sua azienda”. E proprio su questo punto oggi  l’Adusbef,  presieduta da Elio Lannutti, ha presentato esposti alla Corte  dei conti per danno erariale sul possibile ulteriore  investimento di Poste Italiane in Alitalia. L'associazione  bolla come un «grave errore che Poste Italiane, (controllata  dal Ministero dell'Economia) i cui servizi offerti all'utenza  peggiorano a vista d'occhio sia nel recapito della  corrispondenza che nelle caotiche file agli sportelli anche  per svolgere normali servizi finanziari, possano utilizzare  il sudato risparmio postale per coprire il buco nero di  Alitalia imbarcandosi in Etihad, soccorrendo così le allegre  concessioni di credito delle maggiori banche che hanno  largheggiato nel finanziare le avventure dei 'capitani  coraggiosì». Oltre alla Corte dei Conti, l'Adusbef ha  presentato un esposto anche all'Antitrust europeo ipotizzando  un aiuto di Stato. 

 

Correlati

Cerca nel sito

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

ban.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Intelligenza artificale e arte contemporanea s'incontrano al Maxxi

Intelligenza artificale e arte contemporanea s'incontrano al Maxxi

Intervista alla curatrice Daniela Cotimbo. Dal 5 al 30 maggio 2021, una rassegna collettiva che offre una nuova prospettiva di indagine sulle potenzialità espressive delle tecnologie, evidenziando anche un differente...

Rita Salvadei - avatar Rita Salvadei

Twitter mania. Arte, poesia, storia, giornalismo, politica e altre amenità nei…

Twitter mania. Arte, poesia, storia, giornalismo, politica e altre amenità  nei caratteri simbolo della nostra epoca

I geroglifici degli antichi Egizi, i bassorilievi sulle colonne romane, gli epigrammi di Marziale, le commedie in un atto di Achille Campanile, gli aforismi di Leo Longanesi.

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]