Giovedì, 04 Dicembre 2014 01:00

Crisi economica. Segni di ripresa dal Nordest

Scritto da

Bortolussi: “Se ripartono il Nordest e la Lombardia, riparte anche il Paese. Bene il manifatturiero. Faticano, invece, le costruzioni, i servizi e il commercio”. I Tir tornano a “solcare” le nostre autostrade

VENEZIA - Il Nordest dà segni di ripresa e il Veneto, in particolare, sembra aver superato la fase più critica di questa crisi economica. A dirlo è l’Ufficio studi della CGIA che ha analizzato la dinamica di alcuni indicatori economici in questa prima parte dell’anno. Nel primo semestre di quest’anno l’export del Nordest ha registrato un significativo +2,2 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso; in Veneto la dinamica dell’export ha toccato il +2,7 per cento e in provincia di Bolzano addirittura il +2,9 per cento.

Nei primi 10 mesi di quest’anno, invece, la cassa integrazione totale ha subito una contrazione del 16 per cento. Se si esclude il Friuli Venezia Giulia, dove è aumentata dell’8,4 per cento, e la provincia di Trento, che registra un incremento del 7 per cento, nel Veneto è diminuita del 21,3 per cento e a Bolzano addirittura del 37,8 per cento.

Nei primi 9 mesi del 2014 l’occupazione manifesta una crescita dello 0,7 per cento, con una punta massima del 2,1 per cento a Trento. Scende, seppur di poco, anche la disoccupazione: -0,3 per cento. Il numero dei senza lavoro è pari a 236.000 unità. Se nel Friuli Venezia Giulia la percentuale di coloro che sono alla ricerca di un posto di lavoro è aumentata dello 0,9 per cento, portando il livello medio regionale a toccare il 7,7 per cento, a Trento è salita del 3,3 per cento, mentre nel Veneto si è contratta dello 0,8 per cento, stabilizzando il dato medio regionale al 7,4 per cento.

Dal Veneto, che costituisce oltre i 2/3 della popolazione residente nel Nordest, arrivano dei segnali importanti verso la tanto agognata ripresa economica. Nei primi 6 mesi del 2014 la produzione industriale è cresciuta del 2,3 per cento, gli ordinativi del mercato interno del 2,5 per cento e quelli del mercato estero del 3,7 per cento. Rispetto al 2013, quest’anno il Pil nel 2014 è destinato ad aumentare del +0,2 per cento, mentre in Friuli Venezia Giulia dovrebbe crescere dello 0,1 per cento. Solo in Trentino Alto Adige, invece, la ricchezza prodotta  dovrebbe essere negativa (-0,1 per cento), mentre quella prevista a livello medio nazionale sembra destinata a stabilizzarsi su un preoccupante -0,4 per cento.

Il Segretario della CGIA, Giuseppe Bortolussi, ne è convinto: “Se ripartono il Nordest e la Lombardia, riparte anche il resto del Paese. In passato è stato sempre così. Purtroppo, però, registriamo ancora degli squilibri molto evidenti. Se il manifatturiero dà degli incoraggianti segnali di ripresa, la situazione delle costruzioni, dei servizi e del commercio rimane ancora molto critica. Questi tre settori risentono del forte calo degli investimenti e dei consumi delle famiglie che sono sempre più ridotti al lumicino. Visto che anche nel Nordest la quasi totalità delle merci viaggia su gomma, l’auspicio è che il ritorno dei Tir lungo le nostre autostrade preluda ad una inversione di tendenza che coinvolga anche quei comparti che fino adesso sono rimasti al palo”.  

I Tir tornano a “solcare” le nostre autostrade. Una sorpresa molto positiva arriva dalla lettura dei risultati relativi agli indicatori di traffico. Rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, nei primi 9 mesi di quest’anno il traffico dei veicoli pesanti nelle principali tratte autostradali del Nordest è in deciso aumento. Se nella “Brescia-Padova” l’incremento è stato dell’1,7 per cento, nell’autostrada del Brennero la variazione è stata del +2,4 per cento, mentre sulle Autovie Venete il volume di traffico è salito del 3 per cento. Si pensi che il dato medio di tutte le società autostradali presenti in Italia è stato pari ad uno striminzito +0,7 per cento. NORDEST: PIL 2014 (stima)

 

Var. %

VENETO

+0,2

FRIULI VENEZIA GIULIA

+0,1

TRENTINO ALTO ADIGE

-0,1

NORDEST

                +0,1

ITALIA

-0,4

Elaborazione Ufficio Studi CGIA su fonti varie

PRINCIPALI SOCIETA’ AUTOSTRADALI DEL NORDEST: TRAFFICO VEICOLI PESANTI

(dati provvisori) (milioni di veicoli-Km)

Società

Gen-Set

2013

(a)

Gen – Set

2014

(b)

Var. %

(a)/(b)

BRESCIA-PADOVA (*)

983,4

999,9

+ 1,7

AUTOSTRADA DEL BRENNERO (**)

919,7

942,1

+2,4

AUTOVIE VENETE  (***)

531,6

547,4

+ 3,0

TOTALE SOCIETA’ AUTOSTRADALI PRESENTI IN ITALIA

12.756,4

12.847,1

+0,7

Elaborazione Ufficio studi CGIA su dati Aiscat

(*)  I tronchi autostradali in esercizio sono:  A4 Brescia-Verona-Vicenza-Padova; A31 Vicenza-Piovene Rocchette;

(**) I tronchi autostradali in esercizio sono:  A22 Brennero-Verona-Modena;

(***)I tronchi autostradali in esercizio sono: A4 Venezia-Trieste; A57 Tangenziale di Mestre; A23 Palmanova-Udine;   A28 Portogruaro-Conegliano V.to; A34 Villesse-Gorizia

 

LA RIPRESA NEL NORD EST

Evoluzione delle principali variabili nel 2014

 

Var. % Export 2014/2013 (1)

Var. %
Ore Cassa Integrazione 2014/2013 (2)

Var. % Occupati 2014/2013 (3)

Var. %  Disoccupati 2014/2013 (4)

Tasso di disoccupazione
2014 (in %)
(5)

VENETO

+2,7

-21,3

+0,6

-0,8

7,4

FRIULI VENEZIA GIULIA

+0,3

+8,4

+0,5

+0,9

7,7

TRENTINO ALTO ADIGE

+2,3

-18,6

+1,1

+1,6

5,6

di cui Bolzano

+2,9

-37,8

+0,2

-0,7

4,5

di cui Trento

+1,5

+7,0

+2,1

+3,3

6,6

NORDEST

+2,2

-16,0

+0,7

-0,3

7,2

ITALIA

+1,1

-3,6

-0,2

+4,9

12,6

Elaborazione Ufficio Studi CGIA su dati ISTAT e INPS

NOTE

(1) Variazione effettuata sul valore delle esportazioni nei primi 6 mesi di ogni anno (dati 2013 definitivi, dati 2014 non definitivi).

(2) Variazione effettuata sul numero di ore di cassa integrazione nei primi 10 mesi di ogni anno.              

(3) Variazione effettuata sul numero medio di occupati nei primi 9 mesi di ogni anno.                              

(4) Variazione effettuata sul numero medio di disoccupati nei primi 9 mesi di ogni anno.

(5) Tasso di disoccupazione medio registrato nei primi 9 mesi del 2014.

FOCUS SU ALCUNI INDICATORI ECONOMICI

ESPORTAZIONI

     

Valori in milioni di euro
e var. in %

Export -
I sem 2013

Export -
I sem 2014

Var. % Export 2014/2013 (1)

VENETO

26.036

26.729

+2,7

FRIULI VENEZIA GIULIA

6.002

6.020

+0,3

TRENTINO ALTO ADIGE

3.533

3.613

+2,3

di cui Bolzano

1.909

1.966

+2,9

di cui Trento

1.624

1.648

+1,5

NORDEST

35.571

36.362

+2,2

ITALIA

194.809

196.886

+1,1

Elaborazione Ufficio Studi CGIA su dati ISTAT

   

(1) Dati relativi ai primi 6 mesi di ciascun anno. Per il 2013 dati definitivi. Per il 2014 dati non definitivi.

CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI TOTALE

   

Valori in migliaia di ore
e var. in %

Ore totali -
Primi 10 mesi del 2013

Ore totali -
Primi 10 mesi del 2014

Var. %
Ore Cassa Integrazione 2014/2013 (2)

VENETO

99.557

78.328

-21,3

FRIULI VENEZIA GIULIA

23.213

25.163

+8,4

TRENTINO ALTO ADIGE

11.446

9.317

-18,6

di cui Bolzano

6.534

4.062

-37,8

di cui Trento

4.912

5.255

+7,0

NORDEST

134.216

112.808

-16,0

ITALIA

971.930

937.340

-3,6

Elaborazione Ufficio Studi CGIA su dati INPS

   

(2) I dati fanno riferimento ai primi 10 mesi di ogni anno.

   
     

OCCUPATI

     

Valori in migliaia di unità
e var. in %

Occupati - 2013
(media primi 9 mesi)

Occupati - 2014
(media primi 9 mesi)

Var. % Occupati 2014/2013 (3)

VENETO

2.077,7

2.090,1

+0,6

FRIULI VENEZIA GIULIA

498,1

500,8

+0,5

TRENTINO ALTO ADIGE

476,1

481,5

+1,1

di cui Bolzano

245,0

245,6

+0,2

di cui Trento

231,2

235,9

+2,1

NORDEST

3.051,9

3.072,4

+0,7

ITALIA

22.424,4

22.390,2

-0,2

Elaborazione Ufficio Studi CGIA su dati ISTAT

   

(3) I dati fanno riferimento ai primi 9 mesi di ogni anno.

   

DISOCCUPATI

     

Valori in migliaia di unità
e var. in %

Disoccupati - 2013
(media primi 9 mesi)

Disoccupati - 2014
(media primi 9 mesi)

Var. %  Disoccupati 2014/2013 (4)

VENETO

169,5

168,1

-0,8

FRIULI VENEZIA GIULIA

41,2

41,6

+0,9

TRENTINO ALTO ADIGE

27,9

28,4

+1,6

di cui Bolzano

11,6

11,6

-0,7

di cui Trento

16,3

16,8

+3,3

NORDEST

238,6

238,0

-0,3

ITALIA

3.065,1

3.213,8

+4,9

Elaborazione Ufficio Studi CGIA su dati ISTAT

   

(4) I dati fanno riferimento ai primi 9 mesi di ogni anno.

   

TASSO DI DISOCCUPAZIONE

 

Tasso in %
e punti % di var.

Tasso di disoccupazione
2013

(media primi 9 mesi)

Tasso di disoccupazione
2014

(media primi 9 mesi)

VENETO

7,5

7,4

FRIULI VENEZIA GIULIA

7,6

7,7

TRENTINO ALTO ADIGE

5,5

5,6

di cui Bolzano

4,5

4,5

di cui Trento

6,6

6,6

NORDEST

7,3

7,2

ITALIA

12,0

12,6

Elaborazione Ufficio Studi CGIA su dati ISTAT

 

Nota: in questo materiale usiamo impropriamente il termine Nordest. Ricordiamo che secondo la ripartizione geografica definita dall’Istat, il Nordest statistico è costituito dal Veneto, dal Friuli Venezia Giulia, dal Trentino Alto Adige e dall’Emilia Romagna. In questa news, invece, non abbiamo incluso i dati di quest’ultima Regione.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]