Venerdì, 02 Gennaio 2015 12:10

Se il Nord est cresce, l’Italia si risolleva

Scritto da

Bortolussi: “Se la Lombardia e il Nordest tornano a crescere, anche il resto del Paese è destinato a risollevarsi”. Bene l’export, male invece gli investimenti

VENEZIA - Finalmente le previsioni sono rivolte verso il bello. Dopo sette anni di crisi e di difficoltà economiche, il 2015   dovrebbe essere l’anno della ripresa, soprattutto a Nordest. A dirlo è l’Ufficio studi della CGIA che, grazie ai dati messi a disposizione da Prometeia, ha analizzato le previsioni di crescita  per l’anno appena iniziato dei principali indicatori economici  del Veneto, del Friuli Venezia Giulia e delle province autonome di Trento e di Bolzano.

“Se la Lombardia e il Nordest tornano a crescere, anche il resto del Paese è destinato a risollevarsi. In passato è sempre stato così. Nonostante i timidi segnali di ripresa avvertiti nell’ultima parte dello scorso anno, anche nel 2015 la crescita sarà a macchia di leopardo. Se il manifatturiero sembra essersi lasciato il peggio alle spalle, la situazione delle costruzioni, dei servizi e del commercio rimarrà ancora molto difficile. Questi tre settori continueranno a risentire del forte calo dei consumi delle famiglie e degli investimenti che in questi ultimi anni sono scesi a dismisura. Anche nel 2015, purtroppo, questi ultimi non dovrebbero dare alcun segnale di risveglio, attestandosi sulla variazione registrata l’anno scorso”. 

Ecco nel dettaglio i risultati emersi dall’analisi dei 5 indicatori presi in esame dall’Ufficio studi della CGIA.  

Per quanto concerne il Pil, la crescita dovrebbe attestarsi attorno al +0,8 per cento: dopo gli 8,4 punti percentuali persi dall’inizio della crisi fino ad oggi, ci avviamo a invertire in maniera decisa la tendenza. Se in Veneto e in Friuli Venezia l’incremento dovrebbe essere del +0,7 per cento, in Trentino Alto Adige l’aumento dovrebbe toccare il +0,9 per cento.

PIL (var. %)

2013

2014

2015

Var. % 2013/2007

Trentino Alto Adige

-1,4

-0,1

+0,9

-3,8

Veneto

-1,5

+0,2

+0,7

-9,4

Friuli-Venezia Giulia

-1,6

+0,1

+0,7

-9,5

Nordest

-1,5

+0,1

+0,8

-8,5

Elaborazione Ufficio Studi CGIA su dati Istat e Prometeia

(dati Italia 2007-2013 secondo nuovo SEC 2010)

I consumi delle famiglie sono destinati a crescere del + 0,9 per cento. Se a Bolzano l’incremento pare destinato a toccare il +1,1 per cento, nel Veneto l’aumento dovrebbe  fermarsi al + 0,9 per cento, in Friuli Venezia Giulia al +0,8 per cento e a Trento al + 0,7 per cento. 

CONSUMI DELLE FAMIGLIE (var. %)

2013

2014

2015

Var. % 2013/2007

Trentino Alto Adige

-2,3

+0,3

+0,9

-2,7

di cui Bolzano

-0,3

+0,4

+1,1

-1,4

di cui Trento

-4,4

+0,1

+0,7

-4,0

Veneto

-2,4

+0,2

+0,9

-6,9

Friuli-Venezia Giulia

-2,6

+0,1

+0,8

-7,3

Nordest

-2,4

+0,2

+0,9

-6,3

Elaborazione Ufficio Studi CGIA su dati Istat e Prometeia

(dati Italia 2007-2013 secondo nuovo SEC 2010)

Gli investimenti continuano a segnare il passo. Dopo aver perso oltre 20 punti percentuali dall’inizio della crisi sino ad oggi, anche nel 2015 la variazione di crescita sarà nulla. Solo il Friuli Venezia Giulia segnerà un timidissimo + 0,1 per cento.

INVESTIMENTI (var. %)

2013

2014

2015

Var. % 2013/2007

Trentino Alto Adige

-4,6

-1,4

+0,0

-16,4

Veneto

-4,4

-1,5

+0,0

-23,2

Friuli-Venezia Giulia

-4,4

-1,5

+0,1

-19,3

Nordest

-4,5

-1,5

+0,0

-21,4

Elaborazione Ufficio Studi CGIA su dati Istat e Prometeia

dati Italia 2007-2013 secondo nuovo SEC 2010)

Chi invece ha superato da tempo la fase più critica è l’export: dopo il + 3,4 per cento del 2014, nel 2015 l’aumento dovrebbe essere del +3,7 per cento, con un livello record del 4 per cento a Bolzano, seguito dal 3,9 per cento del Veneto, dal 3,5 per cento di Trento e dal +2,6 per cento del Friuli Venezia Giulia. 

EXPORT (var. %)

2013

2014

2015

Var. % 2013/2007

Trentino Alto Adige

+3,0

+3,3

+3,8

+5,7

di cui Bolzano

+4,8

+4,2

+4,0

+11,9

di cui Trento

+1,1

+2,3

+3,5

-0,8

Veneto

+2,8

+3,7

+3,9

-4,7

Friuli-Venezia Giulia

-0,6

+1,7

+2,6

-15,9

Nordest

+2,2

+3,4

+3,7

-5,8

Elaborazione Ufficio Studi CGIA su dati Prometeia

 

Il tasso di disoccupazione, infine, dovrebbe eguagliare  il dato raggiunto nel 2014: 7,1 per cento. Se a Bolzano il tasso rimarrà al 4,4 per cento, a Trento si fermerà al 6,4 per cento,  mentre nel Veneto scenderà al 7,2 per cento. Solo nel Friuli Venezia Giulia la disoccupazione è destinata a salire al 7,9 per cento.

TASSO DI DISOCCUPAZIONE (in %)

2013

2014

2015

Punti % var.
2013-2007

Trentino Alto Adige

5,5

5,4

5,4

+2,7

di cui Bolzano

4,4

4,4

4,4

+1,8

di cui Trento

6,6

6,4

6,4

+3,7

Veneto

7,6

7,3

7,2

+4,2

Friuli Venezia Giulia

7,7

7,7

7,9

+4,3

Nordest

7,3

7,1

7,1

+4,0

Elaborazione Ufficio Studi CGIA su dati Istat e Prometeia

Nota: i dati della sezione economia riguardano variazioni percentuali di valori reali, ovvero depurati dagli effetti della crescita dei prezzi. Per quanto concerne le variabili PIL, investimenti e reddito disponibile delle famiglie il dato di Trento e Bolzano non è disponibile.

I valori riferiti al 2014 e al 2015 sono dati previsionali

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]