Giovedì, 05 Febbraio 2015 10:37

Ilva. Protesta autotrasportatori indotto su statale Taranto Bari Featured

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

TARANTO - E’ in corso questa mattina a Taranto una protesta degli autotrasportatori dell'indotto Ilva che vantano crediti per diverse decine di milioni di euro dall'azienda siderurgica ormai in amministrazione straordinaria dal 21 gennaio. Si tratta di un corteo di tir e camion diretto lungo la statale 100 tra Taranto e Bari.

Gli autotrasportatori  hanno deciso di non manifestare nel centro di Taranto,  visti i pesanti problemi sociali della città.  Hanno voluto quinid risparmiare ulteriori disagi alla popolazione. 

Sono circa un centinaio i mezzi che, scortati dalle forze dell'ordine, dalla portineria C del siderurgico, dove erano fermi da giorni, si sono mossi in colonna sulla statale 100 verso Bari. Al momento hanno quasi raggiunto la località 'San Basilio' nei pressi di Mottola e della zona industriale della cittadina jonica. Qui si fermeranno e si divideranno in due tronconi: il primo tornerà indietro sulla statale 100 verso Taranto mentre il secondo utilizzerà la statale 106 jonica per rientrare nel capoluogo. Entrambi poi si dirigeranno verso le portinerie dell'Ilva.

L'Ilva, attraverso i commissari Piero Gnudi, Corrado Carrubba ed Enrico Laghi, ha, intanto, avanzato una proposta di revisione contrattuale ai trasportatori che prevede, tra l'altro, il riconoscimento della prededucibilità dei crediti a far data dal 21 gennaio scorso, il pagamento, dal 30 gennaio, del 60% in acconto e il restante 40 entro 30 giorni dalla data della fattura anziche' a 60 giorni, infine il pagamento, entro il 10 febbraio, delle commesse eseguite dal 21 al 30 gennaio scorsi. Tale proposta, però, non è  stata accettata da una serie di organizzazioni che rappresentano i vettori del trasporto Ilva.

Per i lavori effettuati prima che l'azienda entrasse in amministrazione straordinaria, l'Ilva, si apprende dagli operatori, avrebbe proposto l'80% dei crediti monetizzati e il restante attraverso misure straordinarie di carattere fiscale e contributivo. 

Gli autotrasportatori contano molto sull'incontro previsto oggi a palazzo Chigi tra il governo e i commissari dell'Ilva. In questa sede infatti dovrebbero essere affrontati gli emendamenti dell'esecutivo al decreto legge sull'Ilva approvato alla vigilia di Natale e ora al Senato - decreto che dal 10 febbraio sarà in aula -, e le modalità attraverso la quale la costituenda società per la patrimonializzazione e la ristrutturazione delle imprese in crisi potrà intervenire nella vicenda Ilva. Questa società  sarà  pubblica, è prevista dalle norme dell'Investiment Compact, e l'Ilva sarà presumibilmente il primo campo operativo. La società, partecipata da Cdp e Fsi, sarà  nella newco dell'Ilva, quella che stando alla tabella di marcia del Governo dovrebbe nascere a metà marzo e prendere in affitto, per 18-36 mesi, gli impianti di Taranto dall'amministrazione straordinaria. Nell'immediato, invece, Governo e commissari straordinari dell'Ilva dovranno occuparsi della liquidità dell'azienda perché da questa dipendono lo sblocco dei pagamenti di indotto e trasportatori, il ritorno ad un minimo di normalità per il siderurgico di Taranto e il ripristino della produzione. Diversi impianti, infatti, sono fermi da giorni, soprattutto nell'area a freddo, perché l'Ilva non ha potuto approvvigionarsi di materie prime. La liquidita' immediata all'Ilva dovrebbe arrivare sia dallo svincolo dei 150 milioni accantonati da Fintecna per un vecchio contenzioso tra Ilva e Riva, sia dall'apertura di nuove linee di credito da parte dei commissari dell'amministrazione straordinaria. Questi ultimi, in incontri avuti a Milano, avrebbero già  ricevuto disponibilità dalle banche, mentre lo sblocco dei 150 milioni di Fintecna dovrebbe essere oggetto di uno dei nuovi emendamenti al decreto Ilva.

 

 

 

Read 1721 times Last modified on Giovedì, 05 Febbraio 2015 10:37

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Prima edizione di “Sinfonia d’impresa”, dedicata a Glauco Dei

MONTEPULCIANO - Il 22 settembre alle Cantine Dei di Montepulciano si è svolta la prima edizione di Sinfonia d'Impresa dedicata all'ingegner Glauco Dei, un industriale che ha saputo coniugare cultura...

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]