Mercoledì, 03 Novembre 2010 15:22

Susanna Camusso nuovo segretario della Cgil. Auguri bipartisan

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

ROMA - Susanna Camusso, 55 anni, milanese, è il nuovo segretario generale del più grande sindacato italiano: la Cgil. È stata eletta oggi dal “parlamentino” del sindacato questa mattina a Roma, con il 75% dei voti (contrari i militanti della Fiom, da cui proviene la stessa Camusso).

«Grazie a tutto il direttivo, grazie a chi ha sostenuto la mia candidatura e grazie a chi l'ha contrastata. Un compito che avrò è essere un punto di direzione di tutto e per tutti». Ha dichiarato il neosegretario ed ha aggiunto: «La lealtà sarà il tratto del gruppo dirigente e la fiducia il punto di riferimento delle nostre azioni».

Il direttivo la elegge e lei per attimo cede a una comprensibile commozione. Susanna Camusso, la sindacalista dagli occhi di ghiaccio, prende la parola per ringraziare il 'parlamentino’ della Cgil e la sua voce tradisce l'emozione. «Sarà un'avventura difficile. Non solo per l'attacco alla Cgil ma anche per lo stato in cui è l'Italia», esordisce davanti a una platea attenta, che aveva salutato con una lunga standing ovation la sua proclamazione a numero uno della confederazione. Tanti gli abbracci, quello più lungo con il segretario uscente Guglielo Epifani e quelli con la sua 'squadra’, i segretari confederali che l'accompagneranno nel corso del suo mandato. E insieme ai saluti e alle congratulazioni, anche fiori e regali: un grande mazzo di rose rosse, consegnate sul palco a nome della segreteria generale, e un set di 'corni’ benauguranti da parte di un gruppo di amici; una serie di portafortuna, uno da scrivania, un cornetto portachiavi e uno da portare al collo.

Quasi unanime il coro di approvazione per la prima donna che diventa segretario generale della Cgil, anche da parte di esponenti del centro-destra.  «Desidero rivolgere i miei migliori auguri a Susanna Camusso che, da oggi, guiderà la Cgil. Con la sua investitura, una donna è per la prima volta segretario del principale sindacato italiano: siamo di fronte ad una svolta epocale che, come ministro per le Pari Opportunità e come donna, mi riempie di orgoglio» ha dichiarato Mara Carfagna.

«A Susanna Camusso vanno le mie congratulazioni per la sua elezione alla guida della Cgil», dice la presidente della Regione Lazio Renata Polverini (ex segretario dell’Ugl).  «Ancora una volta dal mondo della rappresentanza - aggiunge - arriva un segnale importante per la leadership al femminile, e da donna ex segretario generale di una confederazione sindacale le faccio il mio in bocca al lupo per il nuovo impegnativo incarico che sono certa affronterà, come ha sempre fatto, al fianco dei lavoratori, per la tutela dei loro diritti e dei loro interessi».

Letto 3815 volte Ultima modifica il Mercoledì, 03 Novembre 2010 15:25

bianco.png