Martedì, 13 Marzo 2012 14:51

Tomaselli USB, nella trattativa sul lavoro si va dritti verso il baratro

Scritto da
Rate this item
(1 Vote)

 


 USB si Mobilita insieme a tutte le forze sociali e sindacali che dissentono

 

 

“La demagogia e la strumentalità insite nella trattativa sul lavoro tra Governo, Confindustria, Cgil, Cisl e Uil rischiano di produrre conseguenze pesanti per i lavoratori”, afferma Fabrizio Tomaselli, dell’Esecutivo nazionale USB.

 

“Sulla questione complessiva degli ammortizzatori sociali si sta di fatto prevedendo una riduzione del periodo di copertura per tutte le tipologie oggi utilizzate, attualmente finanziate da aziende e lavoratori, mentre per il futuro non si comprende ancora quale sarà la fonte di alimentazione. Sulle tipologie contrattuali – prosegue Tomaselli - sembra che si stia andando verso la riconferma delle attuali forme di precarietà, estendendo poi il rapporto di apprendistato in tutte le situazioni nelle quali non viene applicata altra tipologia di contratto precario. In ogni caso, si avrà per il neoassunto un ‘periodo di prova’ che durerà anni, con diritti e salario ridotti e la possibilità di licenziamento in qualsiasi momento”.

 

“La questione articolo 18 – aggiunge  il dirigente USB - rimane sul tavolo e nelle aspettative di Governo e Confindustria, e si affronterà o negli incontri che si svolgeranno nei prossimi giorni o, più ipocritamente, tutta in Parlamento per limitare al massimo i problemi interni della Camusso”.

 

“Se queste misure si andassero a sommare a quelle che sono state approvate e concordate nell'ultimo anno – sottolinea Tomaselli - si otterrebbe una miscela che produrrà lavoratori senza contratto nazionale, che lavoreranno con ritmi massacranti andando in pensione anni dopo l'età prevista; legati a normative e leggi che potranno essere modificate e peggiorate attraverso accordi aziendali; che saranno più ricattati e che potranno essere licenziati subito dopo l'assunzione perché precari, o in qualsiasi momento della loro vita lavorativa; che saranno meno tutelati in caso di crisi o chiusura dell'azienda”.

 

Conclude Tomaselli: “L’Unione Sindacale di Base si mobiliterà in queste ore, per manifestare la propria ferma opposizione, insieme a tutte le forze sindacali e sociali che stanno in varie forme esprimendo un forte dissenso al peggioramento delle condizioni dei lavoratori”.

Read 1708 times Last modified on Martedì, 13 Marzo 2012 14:53

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

BANKSY-banner-metamorfosi-300x300.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

Opinioni

Dopo 40 anni lo scienziato Roberto Crea dalla California ritorna in Calabria

Dopo 40 anni lo scienziato Roberto Crea dalla California ritorna in Calabria

A Lamezia Terme nasce la Fondazione Dulbecco per lo studio e la produzione di anticorpi monoclonali di pronectine 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Scuola. La supremazia del banco

Scuola. La supremazia del banco

Bando europeo pubblicato, gara avviata, in attesa di aggiudicazione. In palio migliaia di banchi monoposto per una serena ripartenza delle scuole a settembre. Il dibattito pubblico intorno alla scuola ai tempi...

Francesco Pettinari - avatar Francesco Pettinari

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]