Visualizza articoli per tag: EUROPA

Martedì, 11 Marzo 2014 09:33

Atocha, dieci anni fa l’apocalisse

11 marzo del 2004: gli attentati terroristici più sanguinosi in Europa

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

TRIESTE - La rapida evoluzione della crisi tra Russia ed Ucraina è stato il leit-motiv della passata settimana borsistica, caratterizzata da una forte volatilità trasversale a tutti i principali mercati; nonostante ciò l’indice  S&P500 di Wall Street è riuscito fissare un nuovo massimo storico a 1.884 punti ed anche Piazza Affari, sebbene lontana da qualsivoglia tipo di record, ha positivamente concluso l’ottava con un progresso dello 0,94% che, da inizio d’anno, corrisponde ad un rialzo del FTSE Mib dell’8,79%.

Pubblicato in Borsa Shop
Etichettato sotto

Picco del debito pubblico nel 2014

Pubblicato in Economia
Etichettato sotto
Mercoledì, 05 Marzo 2014 16:07

Ucraina. Solo l’Europa può fermare il massacro

ROMA - Alla fine, purtroppo, sappiamo già che prevarrà la realpolitik.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

ROMA - Verrebbe voglia  di scusarci con i nostri lettori. Da cronisti  abbiamo partecipato al Congresso del Partito socialista, ascoltando per circa cinque ore gli interventi di primi ministri ( sono 12) che fanno capo al Pse, di vice primi ministri ( sono sei), di segretari di grandi e meno grandi partiti, di parlamentari europei,di dirigenti della Fondazione cui questi partiti fanno capo ed è presieduta da Massimo D’ Alema, di dirigenti sindacali. 

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

ROMA - Delle numerose immagini che rimarranno impresse di questo week-end romano dedicato all’Europa, nel quale il PD ha finalmente sancito l’ingresso ufficiale nella famiglia del socialismo europeo, una è senz’altro più significativa delle altre, ed è quella di Martin Schulz, candidato del PSE alla presidenza della Commissione europea, circondato da un gruppo di ragazzi provenienti da vari paesi e intento a rispondere alle loro domande circa il futuro dell’Unione Europea e le prospettive delle nuove generazioni.

Pubblicato in Il punto

TRIESTE - La situazione da guerra civile vissuta dall’Ucraina, declassata dall'agenzia di rating Standard & Poor's al livello speculativo “CCC”, e le aspettative per una rapida conclusione della crisi di Governo apertasi con le dimissioni di Enrico Letta sono state le principali cause del nervosismo che ha pervaso Piazza Affari la scorsa settimana, un’irrequietezza che si è concretizzata in un ribasso del FTSE Mib, il principale indice azionario di Borsa Italiana, dello 0,22%, tale da ridurre la performance da inizio anno al 7,51%.

Pubblicato in Borsa Shop
Etichettato sotto

Nei rapporti con le imprese solo Grecia e Malta fanno peggio di noi. La burocrazia costa al sistema imprenditoriale 31 miliardi di euro :mediamente 7.000 euro all’anno per ogni azienda. Italia fanalino di coda per gli Ide: pochi gli stranieri che a causa della cattiva performance della nostra Pa investono da noi

Pubblicato in Economia

TRIESTE -  Si conclude oggi un’ottava nel segno dell’incertezza, con i (pochi) dati macro in secondo piano rispetto agli appuntamenti politici, dalla riunione dell’Eurogruppo a quella dell’Ecofin, dalle decisioni di politica monetaria della Bank of Japan (BoJ) alla pubblicazione dei verbali della riunione di fine gennaio della Fed, alla riunione del G-20 dei ministri delle finanze e dei banchieri centrali.

Pubblicato in Borsa Shop
Etichettato sotto

ROMA - Dalla lettura di alcuni documenti ufficiali del PSE  si evince che la contraddizione ecologista è presente come questione importante, come una della grandi sfide dell’epoca nuova. Da questa consapevolezza, però, non ne discende una innovazione di valori e di idealità che la contraddizione richiede.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto