Visualizza articoli per tag: EUROPA

ROMA - Il G8 ricomincia da tre. In attesa che il summit che si è aperto  in Irlanda del Nord  diventi veramente il vertice dell’abbattimento delle tasse, della trasparenza e degli incentivi al commercio mondiale, come ha auspicato il premier inglese Cameron, l’ok all’inizio del negoziato sull’accordo di libero scambio tra Usa e Ue, raggiunto a latere del summit, sembra intanto segnare un primo risultato concreto a favore del terzo punto.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA - E’ stata posta grande enfasi sull’uscita dell’Italia dalla procedura europea di sorveglianza speciale per debito e deficit eccessivi. Un aspetto è rimasto in ombra. Perché l’Italia era diventata sorvegliata speciale? La strana e larga maggioranza di Governo ha indotto a mettere la sordina sul fatto che l’Italia era sotto sorveglianza per responsabilità del Governo Berlusconi e che Tremonti aveva cercato in ogni modo di nascondere la gravità di questa procedura, in cui era incappato il nostro paese proprio per responsabilità sua e di Berlusconi.

Pubblicato in Fatti & Opinioni

BERLINO -  Gli anti Ogm, e la diffidenza degli agricoltori europei, hanno battuto la multinazionale Monsanto. Il colosso dell'agricoltura Usa ha annunciato che interromperà i tentativi di fare pressione a Bruxelles e tra i Ventisette Paesi membri per consentire la coltivazioni di campi con le proprie sementi geneticamente modificate. Lo ha dichiarato Brandon Mitchner in un'intervista che sarà pubblicata domani sul tedesco 'Tageszeitung'.

Pubblicato in Società
Etichettato sotto
Venerdì, 31 Maggio 2013 15:40

La speranza di Letta nell’Europa in macerie

ROMA - Guai a chi dovesse pensare che, dopo la chiusura della procedura d’infrazione per deficit eccessivo, decisa mercoledì scorso dall’Unione Europea, la crisi morale, civile, culturale ma, soprattutto, politica, strutturale ed economica del nostro Paese sia alle spalle.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

ROMA - Non ci voleva Shinzo Abe per comprendere che l’Europa stesse sbagliando tutto e che, andando avanti così, il pericolo di un’implosione dell’intero progetto comunitario si sarebbe trasformato in una certezza. Il guaio, purtroppo, è che questa presa di coscienza rischia di essere tardiva.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

ROMA - “Ho l'impressione che l'Ue non può andare avanti come fatto fino a oggi con timidezze e assenze di decisioni. O imprime un'accelerazione o così come è implode..Ho l'impressione che l'Ue non può andare avanti come fatto fino a oggi con timidezze e assenze di decisioni.”

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

ROMA - A Roma l’ente del turismo svedese “VisitSweden” e l’associazione dei parchi pubblici e giardini “Swedish Gardens” saranno presenti all’evento “Festival del Verde e del Paesaggio” in programma il 17, 18 e 19 maggio.

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

ROMA - “Martedì 21 maggio i rappresentanti di  Articolo 21 saranno  a Strasburgo per incontrare numerosi parlamentari europei di varie nazioni e consegnare loro le 128mila firme raccolte nella petizione sul sito  Change.org  che  chiede  agli eurodeputati di dissociarsi pubblicamente dalle frasi pronunciate dal collega leghista Mario Borghezio nei confronti del ministro italiano all’Integrazione Cecile Kyenge”.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto
Venerdì, 17 Maggio 2013 14:22

Una chiazza nera e densa si aggira per l’Europa

ROMA - Di fronte alla crisi che sta squassando il Vecchio Continente, è inutile, anzi direi che è profondamente ipocrita, sorprendersi se i cittadini, esausti per i tagli ai servizi e per le continue vessazioni che sono costretti a subire, appena si presenta loro l’occasione, si gettano fra le braccia di formazioni politiche populiste e dichiaratamente anti-europeiste.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

TRIESTE - Settimana all’insegna dei forti guadagni quella conclusasi venerdì scorso, con Borsa Italiana protagonista assoluta della scena: dal buon risultato dell’asta Bot che, nonostante una domanda scarsa, è riuscita a far scendere il rendimento dei titoli a 12 mesi al livello minimo dalla nascita dell’euro, alla migliore performance europea di mercato, trainata dal rialzo di Unicredit (+2,36%), oggi la banca in Italia con la minor esposizione complessiva sul debito sovrano del Paese (44% del portafoglio totale), e di Mediobanca (+5,7%), beneficata dalla positiva evoluzione del proprio rating a seguito del miglioramento delle stime sull’utile d’esercizio.

Pubblicato in Economia
Etichettato sotto

bianco.png