Visualizza articoli per tag: diritti

ROMA – Per un premier come Silvio Berlusconi è normale condurre la conferenza stampa alla fine dell’incontro con le parte sociali e scherzare facendo finta che non stia succedendo nulla sui mercati finanziari. Peggio: dire che gli indici di Borsa non sono affatto importanti. “Sono cresciuto con mio padre che diceva che le Borse indicano soltanto due volte al giorno l’ora esatta, tutte le altre sono sbagliate”. Poi, con la sua solita faccia tosta, afferma: “Ho aziende in Borsa, io investirei prepotentemente nelle mie aziende che continuano a fare utili”.

Pubblicato in Primo piano

ROMA - La giornata di oggi si è consumata nel peggiore dei modi. Se nel centro destra c'è uno tsunami in vista, nel centro sinistra le cose non vanno tanto meglio.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA – Come quei combattenti dell’esercito del Sol Levante che non si erano ancora resi conto della sconfitta contro gli americani, oggi gerarchi e gerarchetti della destra, con in testa il duce di Arcore, si dicono convinti di poter recuperare il consenso popolare e annunciano – forse per la ventunesima volta dal 1994 – la grande “riforma fiscale”.

Pubblicato in Primo piano

ROMA – “Ti faccio cadere, non ti faccio cadere”, Bossi sfoglia la margherita in attesa di chiarire a se stesso se aprire la crisi di governo o meno. L’Esecutivo è nel marasma generale ma, fra le nebbie caotiche del berlusconismo, si scorgono scenari impensabili, forse ciambelle di salvataggio sulla missione in Libia che finirebbero per coprire l’incapacità mostrata dal premier nel gestire tutta la partita della guerra libica.

Pubblicato in Primo piano

BRUXELLES - La manovra per aggiustare i conti pubblici va fatta: ma è dell'entità già stabilita con Bruxelles ed è «tra le più basse del mondo» (lo 0,5% annuo, quindi 15-16 miliardi in due anni). Si partirà non ora ma nel 2013 e 2014. Poi nel 2015 si avvia l'abbattimento del debito per il quale potrebbero essere usati anche gli immobili pubblici. Il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, replica a quanti ipotizzano una manovra assai più 'dolorosà che sfiora i 35 miliardi, cioè più del doppio di quanto sostiene il ministro.

Pubblicato in Finanza & Mercati

MILANO - Il presidente del Consiglio dichiara guerra ai magistrati. Prima li definisce ‘eversori’ e chiede una commissione d'inchiesta per accertare se ci sia al loro interno un'associazione a delinquere. Poi avverte: in Parlamento ci sono molti provvedimenti importanti che ora, con la maggioranza che ho, potrò finalmente approvare. Primo tra tutti: il testo sulla prescrizione breve che lui preferisce chiamare 'processo europeo’. Già approvato dalla Camera, è ora all'esame del Senato. E per la prima volta Berlusconi ammette: mi serve per poter governare perché contiene una norma che “forse, forse, potrebbe accorciare la prescrizione di un mio processo”. Il processo a cui fa riferimento è quello Mills in cui lui è imputato di corruzione in atti giudiziari. Un procedimento che, nel corso della convention del Pdl a Roma, non esista a definire pura “eversione”. Il Cavaliere non solo illustra tutta 'l'artiglieria pesante’ che ha già messo e intende mettere in campo.

Pubblicato in Primo piano

ROMA – Silvio Berlusconi annuncia che la sua coalizione è vicina al raggiungimento dell’obiettivo dei 330 deputati. La sua campagna acquisti avrebbe condotto altre acquisizioni, secondo quanto ha dichiarato oggi. La sua intenzione è sempre quella di portare a termine la legislatura, conferma il capogruppo Pdl alla Camera Fabrizio Cicchitto, a condizione che crescano i numeri: pratica affidata a Denis Verdini e Daniela Santanchè, che lavorano alacremente sul dossier. Le bocche restano cucite, ma i boatos di Montecitorio parlano di Idv, Udc e forse Fli come bacini in cui pescare.

Pubblicato in Primo piano

ROMA - Nel mese di febbraio, secondo le stime preliminari, l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (Nic), comprensivo dei tabacchi, ha quindi registrato un aumento dello 0,3% rispetto al mese di gennaio 2011 e del 2,4% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente (era +2,1% a gennaio 2011). Su queste basi, spiega l'Istat, l'inflazione acquisita per il 2011 è pari all'1,5%. L'inflazione di fondo, calcolata al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, è pari all'1,7%, comunque anch'essa in accelerazione rispetto all'1,4% di gennaio 2011. Al netto dei soli beni energetici, il tasso di crescita tendenziale dell'indice dei prezzi al consumo è pari all'1,8% (era +1,5% di gennaio 2011). Sul piano tendenziale, la crescita dei prezzi dei beni sale al 2,6% dal 2,5% del mese precedente, mentre quella dei servizi si porta all'1,9%, con un'accelerazione rispetto a gennaio 2011 (+1,5%). L'accelerazione dell'inflazione registrata a febbraio, spiega ancora l'istituto di statistica, risente in primo luogo delle tensioni sui prezzi dei servizi, e in particolare di quelli relativi ai Trasporti. Una spinta al rialzo arriva anche dall'andamento dei prezzi dei beni energetici non regolamentati e dei beni alimentari. Sulla base delle stime preliminari, l'indice armonizzato dei prezzi al consumo (Ipca) aumenta dello 0,2% rispetto al mese precedente e del 2,1% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente, con un'accelerazione di due decimi di punto percentuale rispetto a gennaio 2011 (+1,9%).

Pubblicato in Imprese
Etichettato sotto

Nonostante manchino ancora due anni alle elezioni presidenziali, Bersani ha già prospettato a Casini l’obiettivo cui lo stesso leader dell’Udc aspira. Condizione essenziale: archiviare per sempre Berlusconi

Pubblicato in Primo piano
Sabato, 19 Febbraio 2011 20:34

Bersani no, con la Lega razzista no

ROMA - In politica, tutti i fini giustificano i mezzi? Una domanda che chiunque fa politica, come ‘professione’, se l’è posta molte volte.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

bianco.png