Visualizza articoli per tag: informazione

A memoria del recentemente scomparso Santo della Volpe, noto giornalista del TG3,   eletto presidente della FNSI, Fondatore di Articolo 21, pubblichiamo il ricordo bellissimo, vero e umano, della moglie Teresa Marchesi, già giornalista del TG3 Cultura, oggi firma dell’Huffington Post. Santo della Volpe aveva scritto anche per la nostra testata

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto
Martedì, 07 Luglio 2015 11:38

Agcom, web primo mezzo d’informazione

ROMA - Media classici in calo vistoso, editoria online in auge, al punto che il web sta diventando il primo mezzo di informazione. A dirlo è  il presidente dell'Autorità di garanzia della comunicazione Angelo Marcello Cardani, nella relazione annuale, illustrata nella Sala della Regina di Montecitorio.

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

ROMA - Un mondo senza testimoni è sicuramente un mondo peggiore. Ma diventa sempre più difficile, e rischioso, raccontare i mali del pianeta difficile. Così ogni fine d’anno, nel momento dei bilanci, è spaventoso, e triste, registrare una nuova autentica strage dei reporter.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto
Lunedì, 15 Dicembre 2014 20:53

Turchia, attacco alla stampa libera

ROMA - Dire la verità costa sempre molto. La scure della censura si è abbattuta oggi contro i giornalisti turchi.

Pubblicato in Fatti & Opinioni

ROMA - In questi giorni è uscito nella rete dei bookstore un interessante ebook di ClaudioFalasca che tratta del rapporto tra l'ambiente e l'informazione. Tema caldissimo se consideriamo che pur in piena crisi aumentano i conflitti ambientali territoriali. Secondo l'autore una delle cause è quella che lui chiama  la “babele mediatica ambientale”.

Pubblicato in Società
Etichettato sotto
Venerdì, 03 Ottobre 2014 18:26

Mass-media. Quale informazione corretta sui Rom?

ROMA (nostro inviato) -  L’associazione che la maggior parte degli italiani fa quando si pronuncia il nome Rom è quella di un popolo dedito  alla microcriminalità, in particolare  borseggi e furti. Anche se è provato che molti dei minori Rom, cresciuti in contesti salutari, hanno avuto diversa sorte e oggi sono operai, impiegati, musicisti, professori universitari, registi. Solo un quinto dei Rom infatti vive nelle baracche, ma pochi lo sanno.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto
Mercoledì, 13 Agosto 2014 08:42

Il male oscuro

ROMA - Chiedo scusa a chi si ostina a leggermi se non apro con Moody’s e le polemiche sull’articolo 18 ma non ce la faccio a prendere sul serio chi serio non è. In Iraq il presidente della Repubblica, su consiglio americano, ha negato il terzo mandato da Premier a Al Maliki (quello di cui Bush lodò “l’impressionante” capacità di leadership!).

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

ROMA - Tempi non facili per il giornalismo. Non da oggi, comunque. In estrema sintesi è questa l’attuale fotografia del nostro mondo dell’informazione, che sta subendo gli effetti negativi di una crisi partita da lontano ed ancora non sembra sia arrivata alle ultime battute. Dovuta in parte da Internet e dai blog, che non hanno confini e tanto meno oneri.

Pubblicato in Il punto

ROMA - Dagli anonimi graffiti preistorici a Gerhard Richter l'arte è anche storia della comunicazione umana e, dentro questo percorso, anche storia dell'informazione che si è andata distinguendo e professionalizzando. Culture che si specializzano senza mai perdersi di vista ma intrecciandosi e a volte scontrandosi. In occasione della mostra “Michelangelo-Incontrare un artista universaleArteMagazine e l’Associazione Stampa Romana organizzano la giornata di dibattito dal titolo “Informazione sull’arte, l’arte dell’informazione”. Nella certezza che solo un confronto fra le Culture diverse del nostro Paese, il loro sviluppo e collaborazione siano garanzia di crescita civile e democratica, l’iniziativa  vuole implementare le potenzialità della comunicazione dell’arte, anche in relazione al territorio. Nel segno della multimedialità, l’appuntamento è pensato quale incontro strategico per approfondire le nuove modalità di fare informazione nell’arte e fornire strumenti per riconoscere e intercettare i nuovi bisogni dei fruitori. 

Saluti 

Paolo Butturini (segretario Associazione Stampa Romana)

Claudio Parisi Presicce (sovraintendente ai beni culturali di Roma Capitale)

Paola Spadari (presidente Ordine dei giornalisti del Lazio)

Introduce

Gregorio Botta (vicedirettore di La Repubblica)

Panel di discussione

Philippe Daverio (critico d’arte, giornalista); Paolo Fallai (giornalista del Corriere della sera, scrittore); Pietro Folena (presidente Associazione MetaMorfosi); Marco Goldin (Critico e curatore d’arte, fondatore di Linea d’ombra); Giovanna Melandri (presidente del Museo nazionale delle arti del XXI secolo); Alberto Rossetti (Direttore generale Civita), Renata Sansone (Zetema); Vittorio Sgarbi (critico d'arte, storico dell'arte e politico); Iole Siena (presidente di Arthemisia Group); Simone Todorow (presidente Mondo Mostre); Massimiliano Tonelli (fondatore e direttore di Artribune).

Modera

Mariagrazia Filippi (ArteMagazine)

Lectio magistralis “Michelangelo. Un artista universale”

Cristina Acidini  (Soprintendente Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della Città di Firenze)  

Proiezione dei video

“La cappella Sistina” (MetaMorfosi- Sky 3D) 

“La Cappella Paolina” (MetaMorfosi – Land srl )

Per informazioni: 06.684027304/302 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Martedì 3 giugno 2014

 ore 9.30-13,30 

 Sala Pietro da Cortona  

Musei Capitolini - Piazza del Campidoglio, 1 - Roma

 

 

06.83800205 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Società
Etichettato sotto
Giovedì, 22 Maggio 2014 12:53

Un’altra idea di Rai

ROMA - Intendiamoci. Di fronte all’iniziativa del governo, ruvida tanto nella sostanza quanto nell’accidente, è auspicabile che si determinino risposte né banali né difensive. Il sistema dei media italiano ha una storia di orrori, censure (non per caso siamo al 57° posto per il tasso di libertà di informazione),  conflitti di interessi, assenza di normative antitrust stringenti.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

bianco.png