Visualizza articoli per tag: italia

A quattro giorni dalla debacle brasiliana, con gli azzurri rientrati scornati e silenziosi, le polemiche continuano più che mai e sono sconfinate dalle questioni puramente calcistiche, quelle tecniche del campo di gioco, in quelle settoriali, dirigenziali, politiche e chi più ne ha più ne metta. 

Tutti contro tutti, nessuno escluso, con i colpevoli che sono tanti. 

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

 

E' stata una disfatta 

Alla fine, dopo  essere stata rispedita a casa l'Italia, per conseguente coerenza, si sono subito dimessi Prandelli, da allenatore di una squadra del  tutto  inesistente o, peggio, mai esistita, e Abete, da presidente  di una Federazione quanto meno improvvida nel gestire l'operazione mondiali 2014. 

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

ROMA - Di ritorno da un lungo tour promozionale negli USA, sarà IAMAlina la popstar protagonista della serata al Teatro dell'Angelo. L’evento è parte del Propatria Festival, manifestazione internazionale dei giovani talenti romeni.

Pubblicato in Musica

TRIESTE - Si è aperta all’insegna della cautela l'ultima giornata di Borsa della settimana, con i listini europei deboli al termine di un’ottava sostenuta prima dalle aspettative e poi dalle conferme della Federal Reserve, che mercoledì scorso ha proseguito nel suo cammino di stretta agli stimoli straordinari all'economia, il così detto “tapering”, ma ha anche fornito garanzie e rassicurazioni sul mantenimento di politiche accomodanti ancora per lungo tempo.

Pubblicato in Borsa Shop
Etichettato sotto
Venerdì, 13 Giugno 2014 12:21

Ogm. L'Italia è libera di non coltivarli

ROMA - L’Italia è libera di non coltivare Ogm come ha fatto fino ad ora e come chiedono quasi 8 cittadini su 10 (76 per cento) che si oppongono al biotech nei campi.

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

BRUXELLES -  L'Italia ancora sotto il mirino della  Commissione europea, la quale oggi ha chiesto genericamente nuovi  sforzi aggiuntivi per ridurre il deficit/pil strutturale. In  sostanza, pur segnalando l'esistenza del rischio che gli  obiettivi non vengano raggiunti senza nuovi interventi, la  Commissione dà tempo all'Italia per dimostrare che le  politiche decise e annunciate, specie quella della 'spending  review', diano i risultati attesi. La partita, quindi, è  rinviata all'autunno. 

Pubblicato in Economia
Sabato, 31 Maggio 2014 10:57

Tumori. In Italia 470 morti al giorno

ROMA - Nel 2013 in Italia, sono stati stimati circa 173.000 decessi causati da tumore (98.000 fra gli uomini e 75.000 fra le donne). Una strage che miete mediamente 470 vittime al giorno, la seconda causa di morte dopo le malattie cardio-circolatorie (38%).

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

Venduto dagli Stati Uniti al Giappone senza alcun legame con all’Italia

Pubblicato in Società
Mercoledì, 21 Maggio 2014 15:59

Se dovesse saltare l’Italia salterebbe l’Europa

ROMA - Per fortuna, al termine di questa campagna elettorale da incubo, mancano solo pochi giorni. Per fortuna, perché davvero non si sopporta più. Nemmeno in Francia stanno assistendo a una guerra civile senza esclusione di colpi come quella che stiamo vedendo alle nostre latitudini, eppure Oltralpe i socialisti sono in ritirata, l’UMP è in deciso affanno e il primo partito, stando agli ultimi sondaggi, dovrebbe essere il Front National di Marine Le Pen, un tempo dichiaratamente fascista, oggi dichiaratamente nemico dell’euro, dell’Europa e dell’immigrazione nonché nazionalista a livelli patologici e anacronistici.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

 

ROMA - Basta andare a rivedere uno dei tre confronti fra i cinque candidati per la presidenza della Commissione europea per entrare in un altro pianeta: cinque persone perbene, competenti, ideologicamente schierate, che si confrontano a viso aperto ma in maniera onesta e leale, senza insulti, senza schiamazzi, senza riferimenti e citazioni aberranti e, soprattutto, facendo capire chiaramente al telespettatore chi sono, qual è la loro scuola di pensiero e dove vogliono condurre l’Unione Europea nel prossimo quinquennio.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto