Visualizza articoli per tag: spread

ROMA - Domani la Corte di Giustizia dell'Unione europea darà il suo verdetto sulla legittimità dello scudo antispread della Bce, allestito durante la crisi dei debiti, il meccanismo "Omt" (Outright monetary transactions).

Pubblicato in Economia
Etichettato sotto

TRIESTE - Le tensioni geopolitiche che hanno caratterizzato la scorsa settimana borsistica hanno trasferito sul simposio di Jackson Hole, il vertice organizzato dalla Fed di Kansas City che ogni anno a fine agosto raduna nel Wyoming i principali banchieri centrali di tutto il mondo, una grande attesa, anche se nessuno dei principali protagonisti, Janet Yellen per la Fed e Mario Draghi per la Banca Centrale Europea (BCE), ha voluto sbilanciarsi eccessivamente.

Pubblicato in Borsa Shop
Etichettato sotto

TRIESTE - La situazione da guerra civile vissuta dall’Ucraina, declassata dall'agenzia di rating Standard & Poor's al livello speculativo “CCC”, e le aspettative per una rapida conclusione della crisi di Governo apertasi con le dimissioni di Enrico Letta sono state le principali cause del nervosismo che ha pervaso Piazza Affari la scorsa settimana, un’irrequietezza che si è concretizzata in un ribasso del FTSE Mib, il principale indice azionario di Borsa Italiana, dello 0,22%, tale da ridurre la performance da inizio anno al 7,51%.

Pubblicato in Borsa Shop
Etichettato sotto

TRIESTE - Settimana di forti preoccupazioni quella conclusasi ieri, dai timori di deflazione smentiti dalla BCE (Banca Centrale Europea) a quelli dei crediti inesigibili che preoccupano i banchieri alla vigilia dei nuovi esami europei sui conti, dalla stabilità politica del Belpaese, alle prese con le dimissioni del premier Enrico Letta, alla fiducia dei mercati ed alle mosse della speculazione internazionale, dalla competitività allo stato di salute dei conti pubblici.

Pubblicato in Borsa Shop

TRIESTE - A dispetto di un pessimo inizio, la scorsa ottava si è conclusa nei migliore dei modi per Piazza Affari (+1,4% il risultato delle ultime cinque sedute), rispecchiando un andamento analogo sul fronte obbligazionario: il rendimento dei Btp decennali è sceso al minimo dal 2006 (3,684%) nonostante il picco toccato martedì, coinvolgendo nella propria discesa anche lo spread, il differenziale di rendimento rispetto ai Bund tedeschi di pari scadenza, che ha chiuso la settimana a 202,2 punti base.

Pubblicato in Borsa Shop
Etichettato sotto
Venerdì, 10 Gennaio 2014 18:55

Lo spread è tutt’altro che uno scherzo

ROMA - Ogni volta che in Italia si comincia a parlare di riforme strutturali, torna, puntuale come un orologio svizzero, il dibattito sullo spread e sulla possibilità di sforare il celebre rapporto deficit/PIL, fissato al 3 per cento dai parametri di Maastricht del 1992. E puntuali tornano in gioco, come sempre, i cantori dello sfascio: coloro secondo cui è possibile sottoporre ai cittadini un referendum sull’euro, sforare i parametri di Maastricht, non rispettare alcun vincolo, tradire gli impegni presi con Bruxelles, non saldare i propri debiti e andare avanti così, come se niente fosse, come se le ingiustizie, i ritardi e le carenze ataviche del nostro sistema-Paese non esistessero o fossero solo una bislacca impuntatura di qualche editorialista un po’ burlone.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

TRIESTE - È cominciata ieri, giornata dell’Epifania, la prima “vera” ottava di Borsa dell’anno, particolarmente positiva per Piazza Affari (seconda soltanto a Madrid), mantenutasi sui tonici livelli di avvio seduta quando tutti gli altri listini europei hanno rallentato, influenzati da una Wall Street insolitamente debole che ne ha portato a chiusure contrastate (Londra e Francoforte sostanzialmente invariate, Parigi in calo).

Pubblicato in Borsa Shop
Etichettato sotto

TRIESTE - Anno decisamente positivo per i mercati internazionali quello appena archiviato, anche se pesantemente condizionato dagli interventi delle banche centrali: la politica ultra espansiva del premier giapponese Shinzo Abe, la così detta “Abenomics”, ha prodotto un balzo del 56,72% della Borsa di Tokyo, mentre a Wall Street il Nasdaq, il listino dei principali titoli tecnologici, è cresciuto del 37,52%; il Vecchio Continente ha invece incoronato regina del 2013 la piazza di Francoforte (+25,48%), seguita da Madrid (+21,52%), Parigi (+17,61%), Milano (+16,56%) ed infine Londra (+14,3%).

Pubblicato in Borsa Shop
Etichettato sotto

TRIESTE -  Dopo che la passata settimana si è caratterizzata per il peggioramento dello scenario politico italiano e per il conseguente ribasso del FTSE Mib, il più significativo indice azionario di Piazza Affari, il cui progresso da inizio anno è sceso all’8,44%, lo scorso week end le italiche vicende hanno avuto sviluppi tali da lasciar facilmente intuire l’evoluzione della nuova ottava.

Pubblicato in Borsa Shop

TRIESTE - Settimana di Borsa avara di dati e notizie quella che si conclude oggi, segnata dalla chiusura ferragostana di Milano e da una certa mancanza di liquidità, anche se - udite, udite ! - l’andamento dei volumi, caso unico in Europa, indica un aumento degli scambi.

Pubblicato in Borsa Shop
Etichettato sotto
Pagina 1 di 7