Visualizza articoli per tag: unione europea

Venerdì, 28 Giugno 2013 13:13

UE. Sbloccati i soldi per l'occupazione giovanile

ROMA - Non saranno solo sei miliardi, ma probabilmente tre in più e distribuiti solo tra i 13 paesi con i maggiori problemi di occupazione giovanile. E’ questo l’accordo di massima raggiunto in nottata tra i capi di Stato europei riuniti a Bruxelles per il vertice che dovrebbe rilanciare la crescita e l’occupazione, dopo quasi 5 anni in cui l’unico linguaggio parlato dai governi dell’Ue nelle misure anti-crisi era stato rigore e austerity.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA - L'Unione Europea deve cambiare le sue politiche: priorità assoluta sono misure urgenti per l'occupazione giovanile. Il Consiglio europeo ,in corso a Bruxelles, ha all'ordine del giorno, grazie anche all'impegno del nostro governo, le scelte per favorire diritto al lavoro e sviluppo.

Pubblicato in Primo piano

ROMA - Enrico Letta prende il toro per le corna ed ai ministri delle Finanze e del Lavoro di  Francia, Germani e Spagna riuniti a Roma insieme ai colleghi italiani, parla chiaro , parole che suonano come un vero e propri allarme,se non vogliamo dire un ultimatum: “ Non abbiamo più tempo- dice- dobbiamo agire subito contro la disoccupazione giovanile.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA - L’Unione europea prova a mollare il guinzaglio sui bilanci dei sorvegliati ‘’speciali’’. La Commissione ha raccomandato oggi al Consiglio di chiudere la procedura per eccesso di deficit su cinque paesi: l’Italia, la Lettonia, l’Ungheria, la Lituania e la Romania  e di concedere una proroga per la correzione del deficit a Olanda, Slovenia, Polonia e Portogallo.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA - Si ridimensiona il valore della decisione che mercoledì la Commissione dell’Ue prenderà consento all’Italia di uscire dalla procedura di deficit eccessivo. E’ lo stesso presidente del Consiglio Enrico Letta che, non smentendo la “ soddisfazione” espressa  all’annuncio reso noto dall’Ansa, frena gli entusiasmi da troppo espressi i quale si erano già preoccupati su come spartire i “ tesoretto” che si sarebbe reso disponibile.

Pubblicato in Primo piano

ROMA - Ogni tanto arriva anche una buona notizia. “ Finalmente”- sussurrano da Palazzo Chigi, anche se mostrano cautele e si riservano una completa  valutazione quando ci sarà il documento ufficiale. Di che  si tratta?

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA - «La retromarcia della Commissione europea sulla norma che vieta l'uso di bottiglie senza etichetta e oliere anonime nei locali pubblici è una sconfitta per tutti i Paesi come il nostro che da sempre portano avanti una dura battaglia contro le frodi e gli inganni a tavola».

Pubblicato in Società

ROMA - Sono state diffuse oggi le previsioni di primavera della Commissione Ue. Per l’Italia viene disegnato un futuro nerissimo con una impennata del debito pubblico al 132,2 % del Pil nel 2014, nessun segnale di ripresa a breve ed il Pil che continua a ridursi, -1,3% la previsione rivista per il 2013, anche la disoccupazione è vista in crescita, al 12,2% nel 2014.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA - L'Italia paga un caro prezzo durante questa crisi economica. Uno "stress economico", come sottolineano gli esperti, che ha soprattutto penalizzato il Bel paese, anche sul piano sociale tant'è che il 15% della popolazione versa in condizioni disastrose.

Pubblicato in Economia

ROMA - Con il recepimento e l’entrata in vigore della Direttiva europea sui ritardi dei pagamenti del settore pubblico, che riguardava tutti gli Stati membri dell’Unione che avevano l'obbligo di trasporre e applicare la Direttiva a partire dal 16 marzo 2013, si era venuta a creare una situazione oltremodo pericolosa per i fornitori dello stato italiano.

Pubblicato in Primo piano

bianco.png