Visualizza articoli per tag: sardegna

Venerdì, 14 Novembre 2014 10:45

Quando la Sardegna fu privata del suo Parlamento

 

CAGLIARI - Il 29 novembre prossimo ricorre  il 167° Anniversario di una data infausta per la Sardegna: la Fusione perfetta con gli stati sabaudi di terraferma, Con essa l’Isola veniva deprivata del suo Parlamento e finiva così il Regnum Sardiniae.  

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto
Venerdì, 31 Ottobre 2014 14:50

La lingua sarda racconta il mondo

ROMAUno noto storico sardo, Antonello Mattone dell’Università di Sassari ha scritto :” Sono d’accordo con certe forme moderate di bilinguismo, ma la lezione universitaria in sardo la trovo controproducente e ridicola. Oggi non avrebbe alcun senso utilizzare il Sardo come linguaggio scientifico, giacché esso nelle sue due grandi varianti, campidanese e logudorese, è una lingua di fatto rurale, che ha assimilato solo indirettamente i termini più propriamente legati alla vita e alla cultura cittadina”.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

CAGLIARI - I pastori il 23 settembre scorso sono ritornati in Piazza a Cagliari. Come fanno oramai da anni. A ben vedere assistiamo a una vera e propria rivoluzione sociologica e persino antropologica: che smentisce i luoghi comuni sui pastori individualisti, restii alla collaborazione, isolati, soli e solitari nelle loro aziende e nei loro ovili.

Pubblicato in Fatti & Opinioni

Inizia l’anno scolastico e le fanfare renziane, annunciano e promettono mirabolanti riforme della Scuola che, finalmente si dovrebbe avviare verso magnifiche sorti e progressive. Temo che rimarranno tali: annunci e promesse. Magari con ulteriori dosi di privatizzazione e di “modernizzazione”: di inglese e computer. Certo non risolveranno i drammatici problemi da cui è afflitta ormai da decenni: specie per quanto attiene alla Sardegna, caratterizzata com’è da un enorme “buco nero”.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

ROMA - La Lingua sarda, dopo essere stata lingua curiale e cancelleresca nei secoli XI e XII, lingua dei Condaghi e della Carta De Logu, con la perdita dell’indipendenza giudicale, si tenta di ridurla al rango di dialetto paesano, frammentata ed emarginata, cui si sovrapporranno prima i linguaggi italiani di Pisa e Genova e poi il catalano e il castigliano e infine di nuovo l’italiano con i Savoia prima e l’Italia unita poi. 

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

ROMA - L’Istituto Cattaneo ha esaminato l’andamento del voto ai partiti nelle elezioni regionali in Sardegna.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA - Quando si vince  va sempre bene. Le elezioni in Sardegna erano un test importante, il centrosinistra con Francesco Pigliaru  ha vinto.Berlusconi  che si è  impegnato in prima persona., ha perso di brutto. La competizione elettorale nell’Isola rappresentava il suo rientro ufficiale nell’agone politico.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

L’ultimo giorno da Sindaco ed il primo da Presidente del Consiglio (incaricato)

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

CAGLIARI - Appena il 52,23% degli aventi diritto si è recato alle urne. Un dato che parla da solo e fa capire perfettamente quanto i cittadini si siano allontanati ulteriormente dalla politica del Paese. 

Pubblicato in Primo piano

Vola l’astensione. Sconfitti nelle elezioni nell’Isolasi dimisero D’Alema, subentrato a Prodi e Veltroni da segretario

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

bianco.png