Visualizza articoli per tag: cartella

ROMA - Tanto tuonò che piovve, era già da tempo che la candidatura di Mario Draghi alla guida della BCE rimbalzava in ogni angolo d’Europa giunge quindi senza particolari sorprese l’annuncio che l’attuale governatore di Banca d’Italia e' stato designato ieri sera a tarda ora dall'Eurogruppo ad occupare la poltrona di presidente della Bce in sostituzione di Jean Claude Trichet,con il lionese che dovrebbe portare fino al termine naturale il suo mandato,  in scadenza alla fine del prossimo mese di ottobre.

Pubblicato in Economia

BRUXELLES - Per la Grecia è pronto un pacchetto di aiuti da 60 miliardi di euro. Questa la voce che è circolata ieri fin dalle prime ore del mattino e che, nonostante le smentite, sembra placare il mercato, almeno per il momento. Complice in buona parte anche il no categorico dell'Europa a una ristrutturazione del debito di Atene e i nuovi dettagli sul salvataggio in arrivo per il Portogallo, con il commissario Ue agli affari economici e monetari, Olli Rehn, che assicura «Non c'è nessuna crisi dell'euro».

Pubblicato in Finanza & Mercati

ROMA -Nicolas Sarkozy appoggia la candidatura di Mario Draghi alla presidenza della Bce in cambio della non ostilità italiana verso l'Opa su Parmalat. Questo è il risultato sostanziale, e forse più importante, del vertice italo-francese di oggi. Ovviamente nessuno, a Palazzo Chigi, ha messo in relazione le due vicende ma, in realtà, sono strettamente intrecciate. «Appoggiamo la candidatura di un italiano alla presidenza della Bce. Non lo facciamo perchè è italiano ma perchè è una persona di grande qualità. In più è italiano» scandisce Sarkò.

Pubblicato in Imprese
Giovedì, 07 Aprile 2011 18:39

La BCE alza i tassi. E’ la prima volta dal 2008

ROMA - Dopo anni in cui il tasso di riferimento era rimasto inchiodato all’1 per cento, livello record cui era stato fissato il 7 maggio 2009 dopo una sfilza di sette tagli consecutivi dall’ottobre 2008 nella riunione odierna la BCE ha deciso di rialzare i tassi di un quarto di punto.
Il livello cui viene fissato il tasso è quindi l’1,25 per cento ma tale ritocco costituisce comunque un punto di svolta.
Il presidente della Bce Jean-Claude Trichet nel corso della conferenza stampa che si e' tenuta a Francoforte ha comunque sottolineato come non si sia giunti a decidere l’avvio di una serie di rialzi ma nel contempo ha affermato come la BCE resterà “estremamente attenta ai rischi di una spirale prezzi-salari" e che tale rischio non sarà tollerato, ventilando quindi la possibilità di ulteriori rialzi nel caso si creino tensioni sul fronte dei prezzi.
Nonostante l’incremento del tasso sia piccolo esso avrà comunque un certo impatto sui titolari di mutui a tasso variabile, impatto quantificato in termini di aumento medio per famiglia della rata su base annua dalla Cgia di Mestre in 132,4 euro. Le famiglie piu' colpite, secondo la CGIA, saranno quelle del Centrosud: in particolare quelle residenti nella provincia di Pescara (+207,7 euro), di Cagliari (+ 204,9 euro), di Roma (+203,4), di Sassari (+ 201,6) e Napoli (+198,7). Le meno investite dagli aumenti, invece, saranno le famiglie che risiedono nelle nuove province sarde: Carbonia-Iglesias (+29,7), Medio Campidano (+23) e Ogliastra (+15).

Pubblicato in Finanza & Mercati
Etichettato sotto

ROMA - Axel Weber lascerà la guida della Bundesbank a fine aprile: l'annuncio, giunto dopo un incontro chiarificatore con Angela Merkel, conferma di fatto anche il suo abbandono della corsa per la poltrona di Jean-Claude Trichet alla Banca centrale europea, che vede Mario Draghi in pole position.

Pubblicato in Finanza & Mercati
Giovedì, 10 Febbraio 2011 18:15

BCE. La ‘festa’ è finita, mani ai portafogli

ROMA - In un clima economico globale che resta di profonda incertezza la crescita della zona Euro, seppur con paesi più rapidi ed altri più lenti, sembrerebbe essersi riavviata.

Pubblicato in Economia

ROMA - In Italia forse sono ancora in pochi ad essersene accorti ma la ripresa in Europa è già arrivata.

Pubblicato in Economia
Etichettato sotto
Giovedì, 18 Novembre 2010 07:32

UE, BCE e FMI, un vertice a tre per salvare Dublino

ROMA - La volta della BCE e del Fondo Monetario Internazionale per salvare Dublino e l'Europa è arrivata con la riunione dell'Eurogruppo di due giorni fa.

Pubblicato in Primo piano
Giovedì, 04 Novembre 2010 20:19

Per la BCE l’Eurozona non è ancora al sicuro

ROMA - Il presidente della Bce, Jean-Claude Trichet, nel corso della conferenza stampa al termine del consiglio direttivo dell'Istituto, ha dato indicazioni precise su quanto prevede per i cittadini europei nei prossimi mesi.
Per quanto riguarda l’uscita dalla crisi secondo Trichet "La ripresa globale proseguira' e avra' un impatto positivo sulla domanda di esportazioni dell'area euro”.

Pubblicato in Economia
Pagina 2 di 2

bianco.png