Visualizza articoli per tag: cinema

La giuria della quarta edizione del Premio

Pubblicato in Cinema & Teatro
Etichettato sotto

Sessant’anni fa Sophia Loren riceveva il suo primo Oscar come attrice protagonista de La ciociara di Vittorio De Sica. Era l’8 aprile 1962.

Pubblicato in Cinema & Teatro
Etichettato sotto

A casa tutti bene e Le fate ignoranti le migliori serie dell’anno. ‘Nastro dell’anno’ per la serie più innovativa a Zerocalcare per Strappare lungo i bordi. Vita da Carlo la più votata tra le ‘serie original’. Vincono I bastardi di Pizzofalcone per il ‘Crime’, DOC - Nelle tue mani per il ‘Dramedy’, Bangla per la ‘Commedia’ e per i ‘Film tv’ Yara e Sabato, domenica e lunedì

Pubblicato in Cinema & Teatro
Etichettato sotto

CANNES - Non tutti sanno che a questo film del 1982 il regista Steve Spielberg, certo non un novellino, ha rimesso le mani, vent’anni dopo, non per correggere alcuni errori, come capita talvolta anche agli autori più attenti, ma per arricchirlo ulteriormente, come non bastasse il successo planetario che aveva riscosso quando uscì sugli schermi.

Pubblicato in Festival di Cannes
Etichettato sotto

CANNES (nostro inviato) – In “Nostalgia” di Mario Martone, unico film realmente italiano in concorso a Cannes, perché sia “Le otto montagne” che “Les Amandies” non lo sono del tutto, il bravo Pierfrancesco Favino interpreta il protagonista: Felice Lasco tornato a Napoli dopo aver passato quarant’anni all’estero, in particolare in Egitto dove è riuscito a mettere su un’impresa di costruzioni.

Pubblicato in Festival di Cannes
Etichettato sotto

CANNES (nostro inviato) Kiril Serebrennikov, regista antiputin condannato nel suo paese e costretto all’esilio, è in concorso per la Palma d’oro con Tchaikovsky’s wife, Un film che del famoso compositore volutamente non ripropone alcuna musica, si sofferma sulla dipendenza estrema di Antonina Millukova, la donna che lo sposò benché avvertita che sarebbe stata amata solo come da “un fratello”.

Pubblicato in Festival di Cannes
Etichettato sotto

E’ la storia di un ragazzo spagnolo di dodici anni che sul finire della guerra civile, siamo nel 1939, pur vivendo in un suo mondo irreale fatto di sogni e di fantasia, sente la mancanza del padre anarchico che è stato arrestato dai franchisti su denuncia proprio della madre.

Pubblicato in Festival di Cannes
Etichettato sotto

CANNES (nostro inviato) “Burning days” del turco Emin Alper è a Cannes nel concorso “Un certain regard”, dedicato ai registi giovani o non ancora del tutto affermati,  ed è opinione generale che sia uno dei più bei film di questa edizione, nella quale la selezione ufficiale non è delle migliori. 

Pubblicato in Festival di Cannes
Etichettato sotto

Dopo sedici anni di attività, nel “giorno del ringraziamento” del 1976, The Band, storico gruppo rock canadese-americano, si sciolse una prima volta (sarebbero poi tornati insieme qualche anno dopo, ma non fu la stessa cosa).

Pubblicato in Festival di Cannes
Etichettato sotto

CANNES (nostro inviato)“Triangle of sadness” di Ruben Östlund è uno dei film ai quali, qui a Cannes, sono state battute le mani più a lungo.

Pubblicato in Festival di Cannes
Etichettato sotto

bianco.png