Visualizza articoli per tag: eros

ROMA - Roberta Gemma, la pornostar più famosa del momento, in Italia e anche all’estero, è la protagonista della settima edizione “Antiquari nella Roma Rinascimentale”, mettendo in vendita il gesso del suo busto prosperoso e 100% natural, firmato dal prof Domenico Annichiarico dell’Accademia di Belle Arti di Roma…

Pubblicato in Tendenze
Etichettato sotto

Undici anni e un mondo intero li dividono. Eppure, il sessantanovenne Jean-Claude Trichet e il cinquantottenne Ben Bernanke hanno, sulla carta, lo stesso compito: dirigere le due banche centrali più importanti del mondo, la Federal Reserve e la Bce. Ma il loro background - grand commis il primo (dal 1993 al 2003 governatore della Banque de France), accademico il secondo (è stato giovanissimo professore di economia a Princeton) - la dice lunga sulla differenza di approccio al loro lavoro e, più di recente, ai media. A rendere possibile il confronto è stata l'inedita decisione del presidente della Fed di tenere una conferenza stampa dopo il tradizionale incontro del comitato monetario che fissa i tassi di interesse. La prima del genere si è tenuta lo scorso 27 aprile, ed è stata - per unanime ammissione - un successo di immagine. Undici anni e un mondo intero li dividono.

Pubblicato in Finanza & Mercati
Etichettato sotto

LONDRA - La strada che porta alla presidenza della Bce «si sta aprendo» per Mario Draghi. Così la pensa il Financial Times, che all'indomani dell'appoggio ricevuto dal governatore di Bankitalia dal giornale tedesco Bild, lo consacra come successore di Jean-Claude Trichet.

Pubblicato in Finanza & Mercati
Etichettato sotto

PARIGI - «La corsa alla presidenza della Bce gira a favore dell'italiano Mario Draghi». Lo scrive il quotidiano parigino Le Monde, che nelle pagine di economia dedica un articolo alle indiscrezioni, diffuse ieri dall'Handelsblatt, secondo cui il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schauble sosterrebbe la candidatura del governatore di Bankitalia per la successione a Jean-Claude Trichet. Le «fughe di notizie sulla stampa tedesca», sostiene il giornale francese, sarebbero un modo per «testare la reazione della popolazione e prendere la decisione di ufficializzare il sostegno».

Pubblicato in Finanza & Mercati

bianco.png