Visualizza articoli per tag: BUSH

Lunedì, 02 Settembre 2013 19:45

Per fortuna, Obama non è Bush

ROMA - A parte i nomi e la pericolosità del nemico, specie per quanto concerne le possibili ricadute sulla già esplosiva regione mediorientale, rispetto a dieci anni fa non è cambiato nulla. C’è la Siria al posto dell’Iraq, Assad al posto di Saddam Hussein, papa Bergoglio a denunciare preventivamente la barbarie e la disumanità di qualunque conflitto al posto di papa Wojtyla e infine Obama al posto di Bush a mostrare i muscoli di un’America che, per la sua storia, il suo ruolo e l’ambizione di conservare la leadership mondiale nonostante l’avanzata cinese, non può rimanere inerte di fronte a una carneficina di proporzioni spaventose.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto
Martedì, 05 Luglio 2011 16:38

Tunisia. Diario di una rivoluzione

Presso il Centro Labicano di Arte Contemporanea sarà presentato dall’Associazione Incontri di Civiltà il libro che descrive le fasi più importanti della primavera araba

Pubblicato in Il libro

bianco.png