Visualizza articoli per tag: exit poll

MADRID - Sono ore decisive per la Spagna che aspetta di conoscere i risultati delle elezioni amministrative. Podemos e Ciudadons, i due movimenti della cittadinanza anti austerity sarebbero secondo gli exit poll i veri protagonisti di questa giornata, definita storica dal portavoce di Podemos.

Pubblicato in Mondo
Etichettato sotto

ORE 21.21 - Alexis Tsipras, il leader del partito di sinistra Syriza, ha telefonato poco fa al leader di Nea Dimokratia Antonias Samaras per congratularsi con lui per la vittoria del suo partito. Lo ha riferito la Tv privata Mega secondo cui Tsipras ha detto a Samaras che adesso «la Grecia ha urgentemente bisogno di un governo».

Pubblicato in Mondo
Etichettato sotto
Venerdì, 19 Agosto 2011 15:39

Europa, attenzione ai populismi

A fine agosto la Commissione Europea si occuperà del problema dei nazionalismi che stanno crescendo nel continente in forme diverse

Pubblicato in Mondo
Etichettato sotto

BRUXELLES - La manovra per aggiustare i conti pubblici va fatta: ma è dell'entità già stabilita con Bruxelles ed è «tra le più basse del mondo» (lo 0,5% annuo, quindi 15-16 miliardi in due anni). Si partirà non ora ma nel 2013 e 2014. Poi nel 2015 si avvia l'abbattimento del debito per il quale potrebbero essere usati anche gli immobili pubblici. Il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, replica a quanti ipotizzano una manovra assai più 'dolorosà che sfiora i 35 miliardi, cioè più del doppio di quanto sostiene il ministro.

Pubblicato in Finanza & Mercati

BRUXELLES  - La  transumanza del Parlamento europeo tra Bruxelles e Strasburgo è uno dei grandi misteri dell'Unione europea: ogni mese l'intero apparato dell'assemblea elettiva europea (736 deputati, più qualche migliaio tra assistenti, funzionari, segretarie, eurocrati, commessi e giornalisti) si trasferisce dalla sede nella capitale belga per tenere i quattro giorni della sessione plenaria nello spettacolare palazzo nell'Alsazia francese.

Pubblicato in Mondo
Etichettato sotto

BRUXELLES  - Nuovo caso di pedofilia in belgio. Questa volta la denuncia sugli abusi sessuali è stata presentata alla procura del Belgio   da un uomo, che oggi ha 63 anni. Da quando ne aveva dieci anni, è stato ripetutamente violentato da due suore nell'orfanotrofio dov'era stato preso in custodia.

Pubblicato in Mondo