Visualizza articoli per tag: ladri

ROMA - Questa notte ci è arrivata una mail in redazione che  abbiamo letto con grande attenzione, nonostante i toni accesi. La missiva, giunta da un padre di famiglia, ci ha fatto riflettere molto sui veri problemi che il governo italiano sta completamente ignorando, fuggendo di fatto alle proprie responsabilità nei confronti dei  cittadini, a prescindere dal loro credo politico.

Pubblicato in Primo piano

ROMA - Il Paese alza la testa e si prepara allo sciopero generale. Il 6 settembre CGL ma anche USB, ORSA e altre organizzazioni del sindacalismo di base, in risposta alla manovra finanziaria, chiamano i lavoratori allo sciopero generale e alla mobilitazione.

Pubblicato in Lavoro
Etichettato sotto

FIRENZE - Alla “Gucci” firmato nuovo accordo sindacale sul valore della persona e il benessere in azienda, nessuno ne parla. Sull’accordo, accordo? che ha riportato il valore dell’uomo in fabbrica nel 1200 a.c. di Fiat – Marchionne “sono suonate le campane”. La nota di agenzia è stata ignorata dai media filo-governativi (cioè tutti o quasi) è stata ignorata o “essiccata” nei contenuti.

Pubblicato in Lavoro

ROMA - La voce delle parti sociali si sta alzando. Non troverà certamente un bel clima vista la rinnovata insistenza con la quale Jean Claude Trichet lancia l'ennesimo monito all'Italia. Si profilo un nuovo, duro, e probabilmente decisivoscontro, che vede al centro della discussione, udite udite, i componenti della stessa maggioranza.  Se la Spi-Cgil è inferocita per il rischio di un più che probabile attacco alle pensioni, è lo stesso Bossi a brandire la spada contro tale ipotesi.

Pubblicato in Lavoro
Giovedì, 30 Giugno 2011 20:02

Licenziare solo donne, le reazioni

MILANO – Ci risiamo. La Ma-Vib azienda che produce motori elettrici per condizionatori, ha 18 dipendenti donne e 12 uomini. Per fronteggiare un calo produttivo, ha deciso di mettere in cassa integrazione, per brevi periodi, le operaie. Non solo, ma ha annunciato il licenziamento di 10/13 lavoratori che casualmente sono di sesso femminile.

Pubblicato in Lavoro

L'Unione sindacale di base proclama la prima giornata  contro la manovra e "porcellum sindacale". Sciopero generale del Pubblico Impiego. Iniziative in tutto il mondo del lavoro ed in tutti i territori

Pubblicato in Lavoro

ROMA -   “E’ necessario un fronte comune per portare la democrazia nei posti di lavoro” questo, il punto cruciale , evidenziato durante il convegno “Vento di democrazia. Una proposta per il lavoro” che si è svolto oggi presso il CNEL di Roma. Al Consesso, erano presenti il Forum Diritti/Lavoro, l’Unione Sindacale di Base insieme a costituzionalisti, giuristi e agli altri promotori della campagna di raccolta firme sulla proposta di legge di iniziativa popolare “CARTA DEI DIRITTI DEMOCRATICI E DI RAPPRESENTANZA DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI”, attualmente in corso nei luoghi di lavoro in tutta Italia.

Pubblicato in Lavoro
Etichettato sotto

ROMA - Numerosi i cori e gli slogan che hanno caratterizzato questa bella manifestazione di lavoratori e cittadini, primo fra tutti “Bella ciao”.

Pubblicato in Lavoro

ROMA - Abbandonati da tutto e da tutti le centinaia di cassaintegrati si sono dati appuntamento per il giorno venerdì 27 maggio alle ore 17.00 presso il Teatro del Lido di Ostia, Via delle Sirene, 22. Ad organizzare questo importante incontro il Direttivo del Comitato Overbooked, che raccoglie diverse realtà occupazionali, le quali prima dell'acquisizione da parte di Cai, svolgevano il loro lavoro nella compagnia di bandiera. Ora, considerando che la cassaintegrazione sta giungendo al termine, moltissimi lavoratori vedranno la loro situazione precipitare, in balia degli eventi senza nessuna speranza di essere riassunti, nonostante le promesse siglate da governo, cordata di imprenditori e sindacati compiacenti.

Pubblicato in Società

RAVENNA - Ad ascoltare le voci dei tanti sindaci e assessori - che in molte città, smessi i panni dei rottamatori, hanno deciso di vestire quelli dei salvatori del mercato - la decisione di “consentire” l’apertura dei negozi il Primo Maggio dovrebbe servire, a seconda dei casi: a favorire l’accoglienza; a far crescere i magri incassi di commercianti emaciati o, ancora, a favorire la soluzione ad una crisi economica epocale.

Pubblicato in Lavoro

bianco.png