Visualizza articoli per tag: medicina

Impugnare una mela o portare alla bocca una tazzina di caffe': un miraggio per le oltre 700 persone che ogni anno in Italia, per incidenti stradali, domestici o sul lavoro, perdono un arto superiore.

Pubblicato in Scienza & tecnologia
Etichettato sotto

Efficacia molto elevata, zero tossicità e lunga durata di ogni somministrazione. Sono i principali vantaggi di un nuovo farmaco per la prevenzione dell'emicrania episodica e cronica, patologia che in Italia riguarda 5 milioni di persone.

Pubblicato in Scienza & tecnologia
Etichettato sotto

Le nuove frontiere dell'immunoterapia, che trasforma in farmaci le difese naturali dell'organismo, sono il tema scelto dall'Associazione europea di ematologia Eha per l'anno giugno 2017-giugno 2018.

Pubblicato in Scienza & tecnologia
Etichettato sotto

Spesso con l’età le articolazioni sembrano stanche e arrugginite. Una causa comune è che spesso non ricevono più a sufficienza i nutrienti necessari.

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

Un innovativo approccio di Ricerca sviluppato all'Istituto Italiano di Tecnologia di Rovereto e dall'Università di Pisa potrà aiutare a capire come alterazioni genetiche compromettono la regolare funzione del cervello, aprendo nuove frontiere nella comprensione delle cause dei disturbi dello spettro autistico. Lo studio, pubblicato sulla rivista Brain, è stato condotto dal team di ricercatori guidato da Alessandro Gozzi dell'Istituto Italiano di Tecnologia di Rovereto e dal professore Massimo Pasqualetti del Dipartimento di Biologia dell'Università di Pisa in collaborazione con cinque altri gruppi di Ricerca distribuiti sul territorio nazionale. La Ricerca, interamente italiana, è stata finanziata dalla fondazione statunitense Simons Foundation for Autism Research Initiative (www.sfari.org), un ente che seleziona e premia le ricerche più innovative nel campo dell'autismo a livello mondiale. ''Sebbene sia noto che l'autismo sia altamente ereditario, - spiega Alessandro Gozzi, coordinatore del team di Ricerca e ricercatore all'IIT - il ruolo che i geni hanno nel determinare questa sindrome non è ancora chiaro. Questo studio rappresenta un'importante dimostrazione di come specifiche alterazioni del Dna possano compromettere le connessioni cerebrali e la regolare funzione del cervello, causando una delle forme più diffuse di autismo.'' 

Utilizzando la risonanza magnetica funzionale, una tecnica di neuroimmagine totalmente non invasiva che permette di ricostruire digitalmente il cervello dei pazienti in tre dimensioni, i ricercatori IIT hanno analizzato le scansioni cerebrali di 30 bambini affetti da disturbi dello spettro autistico, tutti portatori della stessa mutazione genetica conosciuta con il termine scientifico di ''delezione 16p11.2''.

Pubblicato in Scienza & tecnologia
Etichettato sotto

Una riduzione del rischio di mortalita' a 18 mesi del 38%. Una diminuzione delle complicanze superiore al 50% e dunque delle ospedalizzazioni.

Pubblicato in Scienza & tecnologia
Etichettato sotto

Leggende metropolitane che vorrebbero legare la pratica dei vaccini all’insorgenza di malattie gravi come l’autismo o la sclerosi multipla.

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

Piu' di millesettecento studenti, oltre quattrocento formatori (80 docenti di scienze e 323 medici), ventisette licei scientifici individuati tramite bando del Miur.

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

Il 39° congresso della Società Italiana di Medicina Estetica che si è svolto a Roma nei giorni 18,19 e 20 maggio 2018  nella suggestiva e prestigiosa cornice del Centro Congressi Rome Cavalieri Hilton ha chiuso i battenti con una edizione record che ha superato i 3 mila partecipanti provenienti da tutto il mondo.

Pubblicato in Life & Style
Etichettato sotto

Mano del musicista, sofferenze tendinee e dei nervi, sindrome da overuse , dolori cervicali, lombalgie, distonia focale. Sono le patologie “professionali” di chi suona uno strumento musicale in modo continuativo. Sono decisamente frequenti: e statistiche mostrano che ne sono colpiti 2/3 dei musicisti,dato in linea con un sondaggio realizzato negli anni Ottanta negli Stati Uniti secondo il quale su 2.212 musicisti interrogati, il 76 per cento soffriva di disturbi correlati all’attività artistica.

Pubblicato in Società
Etichettato sotto