Visualizza articoli per tag: stato

Peppino Impastato con veemenza era solito dire che noi tutti ci dobbiamo ribellare alla mafia.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

ROMA - Arriva il primo pronunciamento sull’accordo fra pezzi di istituzioni e uomini della mafia.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

ROMA - “Così come ci ha ricordato quest’oggi la Banca d’Italia,  al netto dell’importo ceduto in pro soluto, sono 61 i miliardi di debito che la nostra Pa deve alle imprese fornitrici.

Pubblicato in Focus Economia

ROMA - Sulla trattativa tra Mafia e Stato, le cose sono state dall’inizio piuttosto difficili per intuibili ragioni e molto prima che l’intercettazione nelle conversazioni telefoniche tra il presidente eletto della Sicilia, Rosario Crocetta, e il suo medico, il chirurgo estetico  Matteo Tutino, facesse un riferimento a Lucia Borsellino ripresa da molti giornali e che ha condotto la Borsellino a lasciare la Sicilia e a venire a  lavorare nella capitale per l’Autorità nazionale contro la corruzione.  

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

ROMA - La crisi economica continua a mietere vittime, a provocare disagio e disperazione. A dirlo è uno studio di Link Lab,il Laboratorio di Ricerca Socio-Economica dell'Università degli Studi Link Campus University, che da anni monitora la situazione.

Pubblicato in Società
Etichettato sotto
Sabato, 28 Marzo 2015 10:15

A Bologna commemorazione dei suicidi di Stato

ROMA - Dall'inizio dell'anno si sono suicidate per la crisi economica già 94 persone.

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

ROMA - Il giro articolato e complesso che orbitava attorno alle Grandi Opere, scoperto ieri dalla Procura di Firenze, ha aperto il vaso di Pandora.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto
Giovedì, 25 Settembre 2014 10:24

Stato mafia. Mai dalla parte del torto

ROMA - I rapporti tra mafia e politica procedono regolarmente nel nostro amato Paese e, recentemente, il procuratore aggiunto di Palermo, Leonardo Agucci, alla conferenza stampa per la cattura da parte dei carabinieri di cinque mafiosi corleonesi, ha ribadito che Cosa Nostra “ha dimostrato di produrre consenso elettorale, producendo pacchetti di voti nella sua ricerca puntando su determinati esponenti politici” citato un deputato dell’Assemblea regionale siciliana, Nino Dina dell’UDC che - secondo il magistrato di Palermo - potrebbe aver avuto rapporto con quegli ambienti mafiosi.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

Al netto di interessi e pensioni, però, le Amministrazioni locali gestiscono oltre il 57 per cento della spesa pubblica

Pubblicato in Economia
Etichettato sotto

BOLOGNA  -  Il 2 agosto 1980,alle ore 10.25  alla stazione ferroviaria di Bologna un'esplosione causò una strage. Una valigia abbandonata contenente 23 Kg di esplosivo era stata lasciata proprio nella sala d'attesa. La carica esplosiva fece crollare parte della stazione dove morirono 85 persone mentre 200 rimasero ferite.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto
Pagina 1 di 4

bianco.png