Droga in casa, bimbo di due anni intossicato da hashish. Genitori denunciati

ROMA  – I genitori tengono l’hashish in casa: bambino di due anni intossicato ricoverato in ospedale a Roma.  Quando i genitori hanno portato urgentemente il loro bimbo di due anni al pronto soccorso, il reparto pediatrico dell’ospedale ha riscontrato subito nel bambino un’intossicazione da sostanze stupefacenti che gli provocava forti disturbi dell’equilibrio e della reattività.

I medici ne hanno disposto l’immediato ricovero. Su disposizione del Sostituto Procuratore Silvia Santucci la polizia locale Roma Capitale, insieme al gruppo pronto impiego della guardia di finanza, questa mattina ha perquisito l’abitazione e l’attività gestita dal padre del bimbo, una rivendita dei giornali. Gli agenti, con un cane anti-droga, hanno trovato un borsello che conteneva circa cinquanta grammi di hashish, e uno spinello già confezionato. All’interno dell’appartamento, Taskin, il labrador dei finanzieri, ha fiutato inoltre numerosi frammenti di sostanze stupefacenti, proprio nella stanza del bambino. Il Tribunale dei minori sta valutando i provvedimenti da adottare nei confronti dei genitori del bambino intossicato, denunciati per possesso e traffico di droga.

Condividi sui social

Articoli correlati