Roma. Rapine per noia con calci e pugni. Presi due del branco, hanno 22 anni

ROMA – Hanno trascorso la serata con alcuni conoscenti, poi, non avendo nulla di meglio da fare, si sono messi ad aggredire e rapinare i passanti di viale dell’Agricoltura, all’Eur.

Così, la scorsa notte, due fratelli gemelli, entrambi romani di 22 anni, incensurati, insieme alla loro combriccola di coetanei, approfittando dell’oscurità, si sono resi responsabili di due distinti agguati nei confronti di tre persone, tutti romani di età compresa tra i 24 e i 40 anni. Il modus operandi è stato lo stesso in entrambi i casi: facendo leva sulla loro superiorità numerica,aggredivano a calci e pugni le loro vittime strappandogli di dosso quanto avevano di valore. Il secondo colpo, però, gli è stato fatale perché a notare il parapiglia, da lontano, sono stati i Carabinieri di una«gazzella» del Nucleo Radiomobile di Roma che sono immediatamente intervenuti. Il branco si è dileguato in varie direzioni, ma i militari,dopo un lungo inseguimento a piedi, sono riusciti a bloccare i due gemelli.Durante la perquisizione, parte della refurtiva è stata recuperata e restituita ai legittimi proprietari. I Carabinieri stanno lavorando all’identificazione dei complici che sono riusciti, per il momento, a far perdere le loro tracce. Due delle vittime sono dovute ricorrere alle cure dell’ospedale «Sant’Eugenio» dove sono state riscontrate,rispettivamente, da 10 e 30 giorni di prognosi a causa delle lesioni riportate nella violenta aggressione posta in essere dal gruppo di rapinatori. I fratelli sono stati trattenuti in caserma in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo: dovranno rispondere di rapina in concorso.

Condividi sui social

Articoli correlati