Terremoto L’Aquila. Posticipato al 4 marzo il processo a Bertolaso

L’AQUILA – Se ne riparlerà il prossimo 4 marzo 2016 per il processo alla “Grandi rischi bis” che vede coinvolto l’ex Capo della Protezione Civile Guido Bertolaso accusato di omicidio colposo plurimo e lesioni.

Lo hanno stabilito oggi i giudici del Tribunale dell’Aquila. Ma per quella data, come hanno fatto notare i difensori delle parti civili, a distanza di sette anni dal drammatico terremoto del 6 aprile 2009 il rischio prescrizione è assai forte. Quello a carico di Bertolaso è un filone parallelo al processo alla Grande rischi l’organismo consultivo tecnico scientifico della Presidenza del Consiglio che proprio oggi con la sentenza della Cassazione conoscerà il momento conclusivo dopo che in primo grado i sette componenti la Commissione erano stati tutti condannati mentre in Appello c’erano state tutte assoluzioni e una sola condanna a due anni per Bernardo De Beradinis l’ex civile Vice Capo della Protezione civile. L’inchiesta a carico di Bertolaso deve chiarire se fu proprio lui ad indurre i sette componenti la Commissione a rilasciare, a conclusione della famosa riunione che si tenne a L’Aquila il 31 marzo 2009, una settimana prima del sisma quelle ” dichiarazioni rassicuranti ” alla popolazione aquilana.

 

Condividi sui social

Articoli correlati