Visualizza articoli per tag: MIGRANTI

Il ministro: non possiamo accoglierne altri

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA - Mentre resta molto alta la tensione in Ungheria dove, la polizia ha cominciato a lanciare anche lacrimogeni contro i migranti che hanno cercato  di forzare le barriere,  il commissario Ue Cecilia Malmstrom critica aspramente l’innalzamento di barriere.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA - Ancora una volta i rappresentanti dell’Unione europea hanno vergognosamente mostrato assenza di leadership e capacità di risposta alla crisi globale dei rifugiati.

Pubblicato in Diritti Umani
Etichettato sotto
Giovedì, 10 Settembre 2015 10:24

I migranti nelle costruzioni, sottopagati e ricattati

Il quadro desolante della Fillea Cgil

Pubblicato in Lavoro
Martedì, 08 Settembre 2015 16:40

Selma, i migranti e la marcia per la libertà

ROMA - Proprio in questi giorni nei quali abbiamo assistito all’esodo biblico dei migranti dalla Siria, mi è capitato di vedere “Selma”, il capolavoro prodotto e interpretato da Oprah Winfrey che racconta la marcia degli afroamericani, guidati dal reverendo King, che ebbe luogo da Selma a Montgomery (Alabama) fra il 21 e il 25 marzo 1965.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

PALERMO  - Troppi arresti di scafisti in Sicilia e i trafficanti di esseri umani decidono di cambiare rotta e di provare a fare partire, sempre in cambio di soldi, di tanti soldi, i migranti via terra. Meglio dai Balcani.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

365.000 migranti in fuga verso Europa nel 2015, 2800 i morti

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

Attesi migliaia di profughi. L'Ungheria, questo è il fallimento delle politiche europee

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA- Un appello a ripartire almeno 200mila richiedenti asilo nell'Unione europea è stato lanciato da Antonio Guterres, alto commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati, sottolineando come tutti i membri dell''Ue debbano partecipare a questo programma.

Pubblicato in Primo piano

CASERTA - "Scusi, casa Rut?" domando ad un passante. "Dopo quell'incrocio c'è un bar, 100 metri e la trovi sulla destra. C'è una bandiera della pace appesa al balcone." È così che si fanno riconoscere le suore-attiviste di Casa Ruth. Non è facile trovarle, visto che abitano in un appartamento qualunque di un palazzo al centro di Caserta, in una delle vie principali.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

bianco.png