Visualizza articoli per tag: angela merkel

Il Governatore della Banca d’Italia, nella sua prima Relazione generale, lo annuncia senza mezzi termini: ci vuole un cambio di passo, perché non è pensabile di continuare sulla strada dell’austerità mozzando la testa a qualsiasi ipotesi di crescita. Necessaria in altri termini, secondo Ignazio Visco, una «road map» politica, concertata a livello europeo, perché la Banca centrale ha già fatto quello che doveva fare, cioè salvaguardare il sistema monetario con l’immissione di forte liquidità nel circuito interbancario. «Una ripresa potrà affiorare verso la fine dell´anno – ha annunciato il Governatore –  con probabilità tanto maggiore quanto più saranno efficaci gli interventi strutturali volti a migliorare l´utilizzo delle risorse pubbliche e private, quanto più chiara e decisa sarà la coesione mostrata dall´Unione europea».

Pubblicato in Fatti & Opinioni

L’Eurozona è ad un bivio e Angela Merkel non dorme sonni tranquilli, soprattutto dopo la vittoria elettorale di François Hollande in Francia. Venerdì si apre, a Camp David, il vertice del G8 e tutti gli osservatori prevedono che proprio lì si faranno fortissime le pressioni sulla supercancelliera di ferro per consentire politiche economiche espansive, le uniche in grado di avviare un qualche processo di crescita.

Pubblicato in Fatti & Opinioni

ROMA – Il governo di nuovo battuto alla Camera su un emendamento proposto da Fli al ddl Gelmini di riforma dell’Università, che sta creando manifestazioni e proteste in tutta Italia. L’emendamento è passato con 282 voti favorevoli contro 262. Con le opposizioni hanno votato per errore anche i ministri Gelmini e Alfano i quali, subito accortisi del disguido, hanno chiesto di poter correggerlo. Il voto definitivo slitta a martedì prossimo. Il ddl passerà poi al Senato per l’approvazione definitiva.

Pubblicato in Primo piano

bianco.png