Manifesto di Natural Mineral Waters Europe: 5 priorità per un futuro più sostenibile

L’Europa ha bisogno di una politica industriale efficace che sostenga la crescita, sia per le PMI che per le grandi imprese, preservando e sviluppando il mercato unico.

Tale politica deve essere basata su solidi dati scientifici ed economici e fornire coerenza e certezza giuridica a lungo termine. Questi sono i punti chiave che Natural Mineral Waters Europe – associazione commerciale senza scopo di lucro che rappresenta oltre 550 produttori europei di acque minerali naturali e di sorgente – evidenzia nel suo Manifesto 2024-2029 per il nuovo mandato delle istituzioni europee.

“Il 2024 è un anno cruciale per l’Europa, con le elezioni in tutto il continente e il nuovo mandato del Parlamento europeo. I prossimi cinque anni sono molto promettenti, in quanto si basano sulle fondamenta del Green Deal dell’UE con una rinnovata attenzione alla competitività, alla crescita e alla resilienza economica”, ha sottolineato il presidente Alessandro Pasquale. “Mentre tracciamo collettivamente una rotta per il futuro, lasciamoci guidare dai principi di collaborazione, responsabilità e lungimiranza. Solo attraverso questi principi potremo raggiungere la prosperità e la sostenibilità in Europa”, ha aggiunto.

Nel Manifesto, l’associazione sottolinea la necessità di rafforzare il quadro della politica industriale dell’UE, sostenendo innovazione, competitività e crescita. Per pianificare e investire, le imprese necessitano di accesso equo a un mercato giusto e aperto, nonché di coerenza di azione e visione a lungo termine.

È di vitale importanza che la regolamentazione sia coerente con i principi del mercato unico, evitando la frammentazione del mercato. Particolare preoccupazione è rivolta all’impatto dei nuovi requisiti legislativi sulle PMI, spesso colpite in modo sproporzionato. Le politiche dovrebbero proteggere questo segmento vitale dell’economia europea.

Cinque sono le priorità che l’associazione mette in luce nel suo Manifesto:

  1. Acqua: Garantire ai cittadini l’accesso ad acqua sicura e di alta qualità, intraprendere azioni a livello europeo per dare all’acqua un ruolo centrale nella lotta contro l’obesità e nella prevenzione delle malattie non trasmissibili, educare i cittadini sull’importanza di una corretta idratazione e incoraggiare il consumo di acqua nelle campagne sanitarie dell’UE.
  2. Cicli Idrici Sani: Le nuove politiche dovrebbero adottare un approccio collaborativo e multi-stakeholder alla protezione delle acque sotterranee e agli strumenti volti ad aumentare la resilienza idrica, tenendo conto dell’importanza dell’acqua di alta qualità come fonte di idratazione.
  3. Biodiversità: La conservazione della natura è essenziale per il benessere di tutti. La biodiversità deve essere protetta e il suo declino invertito. Le iniziative europee sulla biodiversità devono favorire la collaborazione tra le parti interessate e fornire strumenti pratici per intensificare le azioni delle imprese, con particolare attenzione alle PMI.
  4. Efficienza delle Risorse: Le iniziative dell’UE dovrebbero promuovere soluzioni circolari, incoraggiare gli investimenti e supportare gli Stati membri nella costruzione di infrastrutture per la raccolta differenziata e il riciclaggio di alta qualità. Le proposte politiche devono basarsi su solide prove scientifiche e fornire alle PMI gli strumenti necessari per facilitare la transizione verso modelli più efficienti.
  5. Informazioni ai Consumatori: L’UE dovrebbe mirare a promuovere un ambiente informativo che consenta ai consumatori di fare scelte più sostenibili e fornire un quadro di riferimento che permetta alle imprese di comunicare le misure adottate per rendere i loro prodotti più rispettosi dell’ambiente.

Queste cinque priorità sono fondamentali per garantire un futuro sostenibile per l’Europa, basato su collaborazione, responsabilità e lungimiranza.

Condividi sui social

Articoli correlati