Amazzonia e popolazioni indigene in pericolo. LE FOTO

La denuncia di Greenpeace: il mega progetto è una minaccia

ROMA – Una gigantesca diga sul fiume Tapajos, realizzata dalle principali compagnie energetiche europee, minaccia l’Amazzonia. Il rapporto di Greenpeace “Amazzonia sbarrata” svela un mega progetto di oltre 40 dighe che porterebbe all’allagamento di un’estesa area della Foresta amazzonica, all’inondazione di villaggi e territori sacri per gli indigeni Munduruku e all’evacuazione delle popolazioni locali.

Il fiume Tapajos, un affluente del Rio delle Amazzoni lungo 800 chilometri, rimasto finora libero dai megaprogetti, garantisce la vita di 14.500 indigeni, di una numerosa popolazione locale e di una quantità inestimabile di specie animali e vegetali. La diga di São Luiz do Tapajós, la più grande fra quelle progettate sull’omonimo fiume, sarà alta 53 metri, lunga 7,6 chilometri e avrà una capacità installata di ottomila megawatt.

Greenpeace denuncia inoltre l’impatto che tutto questo avrà sull’ambiente, inclusi i cambiamenti climatici. Questi megaprogetti, che implicano l’allagamento di estese aree forestali e il conseguente degrado di ingenti quantità di sostanza organica, provocano il rilascio di metano, un gas serra molto più potente della CO2. Inoltre, proprio a causa dei cambiamenti climatici, è previsto che la portata dei fiumi della regione amazzonica subirà drastiche riduzioni, mettendo a rischio il raggiungimento della capacità produttiva sperata. Il 40 per cento della nuova capacità proposta, peraltro, non sarebbe necessaria se il governo decidesse di optare per l’efficienza energetica. L’alternativa migliore al megaprogetto idroelettrico sul fiume Tapajós sarebbe una combinazione di eolico, solare e biomasse, fattibile solo se il governo cambierà gli indirizzi della sua politica energetica.

L’importanza di questo territorio per i Munduruku è stata confermata da un recente rapporto dell’agenzia brasiliana responsabile per le questioni indigene (FUNAI). In seguito a ciò, l’IBAMA (Istituto Brasiliano delle Risorse Naturali Rinnovabili e Ambientali) ha temporaneamente bloccato il progetto. Purtroppo, il Tapajos non può considerarsi ancora al sicuro visto che lo stesso iter ha portato prima alla sospensione e poi all’esecuzione della devastante diga di Belo Monte, sempre in Amazzonia: un disastro ambientale e umanitario di dimensioni impressionanti dietro il quale si celano corruzione e tangenti adesso oggetto di processi in Brasile.

A realizzare il progetto sarebbe il consorzio “Grupo de Estudios”, capitanato dalla compagnia elettrica statale Eletrobras e composto dalla controllata Eletronorte, Camargo Corrêa, Cemig, Copel, Engie, Électricité de France (EDF) e Neoenergia. Endesa Brasile, acquisita da Enel, si è ritirata dal consorzio qualche mese fa. Enel ha dichiarato a Greenpeace di aver “comunicato ufficialmente al ministero brasiliano delle Miniere e dell’Energia che non è interessata a investire nella regione del Tapajos. Di conseguenza Enel, anche se molto interessata ad altri investimenti che sta attivamente perseguendo in Brasile, non parteciperà a nessuna ulteriore attività relativa al progetto [Tapajós].” 

Altre due compagnie che potrebbero giocare un ruolo rilevante nella costruzione del megaprogetto sul fiume Tapajos sono General Electrics e Voith Hydro, una joint venture tra le imprese tedesche Siemens e Voith, che in precedenza ha collaborato alla controversa diga di Belo Monte.

“Siamo felici che Enel abbia abbandonato questo folle progetto” afferma Martina Borghi, campagna foreste di Greenpeace Italia. “E ancora più soddisfatti per la decisione dello scorso 21 Aprile dell’ Istituto Brasiliano delle Risorse Naturali Rinnovabili e Ambientali di sospendere la licenza per la costruzione della diga sul fiume Tapajós. Ora chiediamo che il progetto venga cancellato e il popolo Munduruku veda effettivamente riconosciuto il diritto costituzionale a vivere nelle proprie terre tradizionali”.

Galleria fotografica

Condividi sui social

Articoli correlati

Università

  • All Post
  • Art
  • Artist
  • Author Choice
  • Automobile
  • Beauty
  • breaking news
  • Brevissime
  • Business
  • Coaching Cafè
  • Comunicazioni
  • Cultura
  • Dazebao
  • Dazebao le idee
  • Diritti Umani
  • Economia
  • Entertainment
  • Eventi da non perdere
  • Fashion
  • Features
  • Festival di Cannes
  • Focus University
  • Italia
  • L'Harem di Catherine Spaak
  • La satira politica
  • Lavoro
  • Lifestyle
  • Model
  • Mondo
  • Mondo Comics
  • Music
  • Nature
  • Non categorizzato
  • Photography
  • Poesia
  • Politics
  • Primo piano
  • Ramp
  • Scienza & tecnologia
  • Sport
  • Sports
  • Tech
  • Technology
  • Tips & Tricks
  • Travel
  • Trends
  • Uncategorized
  • Videos
  • What's Hot
  • WordPress
    •   Back
    • Politica
    • Società
    • Cronaca
    • Inchiesta
    • Citazioni
    • "Tanto per dire" di Grazia Scuccimarra
    • Cinquanta Giorni da Orsacchiotto
    • Speciale Europride Roma
    • Italia in lingua straniera
    • Dazebao Roma
    • Fatti & Opinioni
    • Il corsivo di Puck
    • Rassegnata Stampa
    • Speciale Referendum
    • Speciale elezioni
    • L'Agenda Marino
    • Roma Capitale
    • Lettere
    • Scuola
    • Diario dalla terra
    • bioSophia
    • Ambiente & Lavoro
    • Speciale 8 marzo
    • Anzi che no
    • Filosofia
    • Psicologia
    • Suicidio Italia
    • Ecologia & Sinistra
    • Copia di Diario dalla terra
    • Generazione Inquieta
    • Filo spinato
    • Passione Animale
    • Web & Social
    • Cani sciolti
    • #FiredWorkers
    • Mater et labora
    • Cronaca dal sottosuolo
    • Cronaca dal sottosuolo
    • Cronaca dal passato
    •   Back
    • Lettere
    • Scuola
    • Diario dalla terra
    • bioSophia
    • Ambiente & Lavoro
    • Speciale 8 marzo
    • Anzi che no
    • Filosofia
    • Psicologia
    • Suicidio Italia
    • Ecologia & Sinistra
    • Copia di Diario dalla terra
    • Generazione Inquieta
    • Filo spinato
    • Passione Animale
    • Web & Social
    • Cani sciolti
    • #FiredWorkers
    • Mater et labora
    •   Back
    • Arti visive
    • Cinema & Teatro
    • Musica
    • Letteratura
    • Il film
    • Il libro
    • Il disco
    • Il racconto fotografico
    • Romanzi & Racconti
    • Life & Style
    • ÉCU - The European Independent Film Festival di Parigi
    • #ManifestAmi
    • I racconti di Versailles
    • L'angolo dei classici
    • Speech Art
    • PassePartout
    • Note fuori dalle righe
    • Mostra del Cinema di Venezia
    • Festa cinema Roma
    • Roma fiction Fest
    • Michael Jackson, una fiaba nera - Web romance
    • Pd. In fondo a destra
    • Lessico famigliare
    • L'eterno ritorno dell'esistenza
    • Piccioni e farfalle fanno la rivoluzione
    • Il Piccolo Principe nero
    • Caro Geppetto
    • Falsi Principi
    • Televisione
    • Gossip
    • Tendenze
    • Moda
    • Taste of Excellence
    • Enogastronomia
    • Yogando
    •   Back
    • Basket
    • Calcio
    • Rugby
    • Motori
    • Boxe
    • Sci
    • Tennis
    • Speciale Olimpiadi
    • Vela
    • Atletica leggera
    • European Games Baku 2015
    •   Back
    • Finanza & Mercati
    • Imprese
    • Focus Economia
    • Pensioni
    • Borsa Shop
    •   Back
    • Bucanero, tracce e passaggi dal continente latinoamericano
    • Reportage
    •   Back
    • Pd. In fondo a destra
    • Lessico famigliare
    • L'eterno ritorno dell'esistenza
    • Piccioni e farfalle fanno la rivoluzione
    • Il Piccolo Principe nero
    • Caro Geppetto
    • Falsi Principi
    •   Back
    • Cronaca dal sottosuolo
    • Cronaca dal sottosuolo
    • Cronaca dal passato
    •   Back
    • Televisione
    • Gossip
    • Tendenze
    • Moda
    • Taste of Excellence
    • Enogastronomia
    • Yogando
    •   Back
    • Mostra del Cinema di Venezia
    • Festa cinema Roma
    • Roma fiction Fest
    •   Back
    • Il punto
    •   Back
    • Speciale Referendum
    • Speciale elezioni
    • L'Agenda Marino
    • Roma Capitale
    •   Back
    • Michael Jackson, una fiaba nera - Web romance

Poesia

  • All Post
  • Poesia
Raffaele Gambogi Emigranti

Dal mirino d’una pistola vedo il mondo sparire immagini di uomini sfocate vacillanti. Un cemento di pianto che cerca le ragioni di una vita. Ho creduto che…

Note fuori le righe

  • All Post
    •   Back
    • Arti visive
    • Cinema & Teatro
    • Musica
    • Letteratura
    • Il film
    • Il libro
    • Il disco
    • Il racconto fotografico
    • Romanzi & Racconti
    • Life & Style
    • ÉCU - The European Independent Film Festival di Parigi
    • #ManifestAmi
    • I racconti di Versailles
    • L'angolo dei classici
    • Speech Art
    • PassePartout
    • Note fuori dalle righe
    • Mostra del Cinema di Venezia
    • Festa cinema Roma
    • Roma fiction Fest
    • Michael Jackson, una fiaba nera - Web romance
    • Pd. In fondo a destra
    • Lessico famigliare
    • L'eterno ritorno dell'esistenza
    • Piccioni e farfalle fanno la rivoluzione
    • Il Piccolo Principe nero
    • Caro Geppetto
    • Falsi Principi
    • Televisione
    • Gossip
    • Tendenze
    • Moda
    • Taste of Excellence
    • Enogastronomia
    • Yogando