Lunedì, 17 Novembre 2014 15:34

Il Giappone torna in recessione. IL VIDEO

Scritto da

Il Giappone torna in una fase di recessione, dopo due trimestri consecutivi di contrazione. Un dato che ha colto di sorpresa gli economisti che non avevano previsto il crollo del Pil che ha ceduto l’1,6% su base annualizzata.

Superiore alle attese l’impatto dell’Iva, portata dal 5% all’8% ad aprile. “Nel decidere un ulteriore aumento delle tasse, dobbiamo fare attenzione a non rallentare la ripresa economica. La cosa più importante è non finire di nuovo in deflazione”, ha dettoAkira Amari, il ministro delle Politiche economiche e fiscali. Il governo ha previsto per ottobre dell’anno prossimo un ulteriore rialzo al 10% dell’imposta sui consumi ma sta valutando di rimandare la misura fiscale. Dopo l’aumento dell’Iva, i consumi stagnano tenendo basso il Pil. Una batosta politica non indifferente per il premier Abe, stretto tra la necessità di rialzare l’Iva e quella di abbassare i livelli di debito pubblico, il peggiore al mondo. Secondo la stampa del Paese, Abe potrebbe fissare nuove elezioni politiche generali già a dicembre.

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

unnamed.png

Opinioni

Covid-19: accordo tra Takis e Rottapharm Biotech sullo sviluppo del vaccino

Covid-19: accordo tra Takis e Rottapharm Biotech sullo sviluppo del vaccino

Aurisicchio Ad Takis: “Un’opportunità sinergica e nuovi stimoli”. Lucio Rovati, Presidente e Direttore Scientifico di Rottapharm Biotech; “non solo i capitali per la prima fase di sperimentazione, ma soprattutto il...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Dalla Casa di Cura Giovanni XXIII Monastier di Treviso l’innovazione per contr…

Dalla Casa di Cura Giovanni XXIII Monastier di Treviso l’innovazione per contrastare il Covid-19

Nei laboratori arrivano nuovi strumenti per il controllo e il monitoraggio del Coronavirus 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]