Mercoledì, 02 Novembre 2016 14:18

In Messico donne truccate da Sacra Morte contro il femminicidio

Scritto da

CITTA' DEL MESSICO - Decine di donne, travestite dalla divinità messicana "Nostra signora della sacra morte", hanno manifestato contro il femminicidio in Messico.

Sui cartelli le scritte "Senza paura" e "Vive, ci amiamo" e tanti gli appelli gridati nel centro di Città del Messico, tra cui il vecchio slogan femminista "Il corpo è mio e lo gestisco io". "Stiamo umanizzando le donne morte con la rappresentazione del teschio, che è una tradizione messicana", spiega una manifestante. "Anche, perché no, per tutte quelle donne che sono delle morte viventi, picchiate tutti i giorni, maltrattate verbalmente, fisicamente o psicologicamente da parte di un uomo o un famigliare", aggiunge un'altra partecipante. "C'è molto sessismo nelle case messicane - denuncia questa donna - A partire dal nucleo famigliare, da come si viene cresciuti come donna, come figlio, sorella o padre, madre. Questi discorsi di odio contro il vostro corpo che sfociano in assassini".  

Correlati

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

unnamed.png

Opinioni

Covid-19: accordo tra Takis e Rottapharm Biotech sullo sviluppo del vaccino

Covid-19: accordo tra Takis e Rottapharm Biotech sullo sviluppo del vaccino

Aurisicchio Ad Takis: “Un’opportunità sinergica e nuovi stimoli”. Lucio Rovati, Presidente e Direttore Scientifico di Rottapharm Biotech; “non solo i capitali per la prima fase di sperimentazione, ma soprattutto il...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Dalla Casa di Cura Giovanni XXIII Monastier di Treviso l’innovazione per contr…

Dalla Casa di Cura Giovanni XXIII Monastier di Treviso l’innovazione per contrastare il Covid-19

Nei laboratori arrivano nuovi strumenti per il controllo e il monitoraggio del Coronavirus 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]