Visualizza articoli per tag: cartella

Domenica, 20 Dicembre 2015 18:11

Equitalia, a Natale stop cartelle

ROMA - Non ci sarà l'arrivo di una cartella di Equitalia in questo periodo natalizio, come voluto dall'ad Ernesto Maria Ruffini ci sarà una 'treguà per le feste in cui verrà sospeso l'invio di cartelle e atti, con l'eccezione dei casi inderogabili, dal 24 dicembre al 6 gennaio.

Pubblicato in Economia
Etichettato sotto

ROMA - Un regalo di quelli grossi. Un regalo, soprattutto, che comincia ad essere inspiegabile.

Pubblicato in Finanza & Mercati
Giovedì, 13 Ottobre 2011 14:10

La Bce annuncia una nuova manovra in Italia

ROMA - Sarà anche stato detto in uno strano dialetto finanziarese ma la sostanza delle affermazioni contenute nel bollettino mensile della Bce lasciano presagire un nuovo intervento da parte del nostro governo.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto
Venerdì, 30 Settembre 2011 17:10

Grecia, la lotta e la manovra

ROMA - I cittadini continuano a non digerire le durissime manovre che il Governo, sollecitato o forse costretto dalla trimurti finanziaria (Fmi, Ue e Bce)  vorrebbe imporre, continua anche oggi l'occupazione dei principali ministeri, con la presenza di presidi all'ingresso degli edifici del governo.

Pubblicato in Finanza & Mercati
Etichettato sotto

ROMA - La Bce va verso la spaccatura sul tema scottante degli acquisti di titoli di Stato: Juergen Stark, membro tedesco del comitato esecutivo dell'istituto, è in procinto di annunciare le sue dimissioni dopo la chiusura dei mercati oggi.

Pubblicato in Finanza & Mercati

ROMA - Siamo in una fase storico-politica senza precedenti. Qualcuno ha già iniziato il "count-down" in vista di un possibile default italiano. C'è un puzzle da definire e soprattutto da capir meglio. Stiamo assistendo ad un evento incredibile: la sovranità Nazionale, la politica o meglio il Governo italiano, esegue il compitino assegnatogli dalla Comunità Europea. Berlusconi è stato criticato da alcuni dei "suoi" per aver messo la testa nel cappio, ma a questo punto è difficile pensare che così sia stato. Le dichiarazioni del presidente dell'Idv Di Pietro sono chiare e fanno capire bene ciò che probabilmente sta accadendo. "Da qualche giorno siamo un Paese commissariato e sotto tutela. Non succedeva dalla fine della seconda guerra mondiale e non c'è da esserne orgogliosi.

Pubblicato in Economia
Etichettato sotto

La borsa di Milano scivola sul -3% mentre la Bce acquista titoli del debito sovrano italiano. Il mondo politico si interroga sul "commissariamento" del governo italiano per manifesta incapacità. Un Esecutivo sotto tutela, come mostra il contenuto della lettera inviatagli dalla Bce, nella quale Mario Draghi detta l'agenda economica a Giulio Tremonti

Pubblicato in Primo piano
Venerdì, 24 Giugno 2011 12:37

Draghi è il nuovo presidente della BCE

ROMA - Il governatore di Bankitalia Mario Draghi è stato nominato presidente della Bce dal Consiglio Europeo.

Pubblicato in Economia
Giovedì, 16 Giugno 2011 17:07

Conti pubblici. La BCE vuole capire

FRANCOFORTE - Dopo valanghe di fantasiosi annunci la BCE vuole cominciare a capire quali saranno le tasche che metteranno a disposizione della Repubblica Italiana i 40 miliardi di euro della manovra 2013 – 14.
E la domanda è posta in un consesso ufficiale, la Bce l’ha infatti messa nero su bianco nel Bollettino mensile di giugno, in una sezione dedicata alle finanze pubbliche dell'Eurozona e ai singoli Programmi di stabilita' presentati nel 2011.

Pubblicato in Finanza & Mercati

ROMA - L'obiettivo è quello del pareggio di bilancio nel 2014, per dare stabilità alla crescita. Lo strumento è una razionalizzazione della spesa, voce per voce, senza tagli lineari. Il governatore della Banca D'Italia Mario Draghi non nasconde di condividere l'anticipo a giugno della manovra finanziaria triennale. E pone sul tappeto anche il tema della riduzione del peso delle tasse, per imprese e lavoratori. «Oggi bisogna in primo luogo ricondurre il bilancio pubblico a elemento di stabilità e di propulsione della crescita economica - dice nel suo intervento - portandolo senza indugi al pareggio». Bisogna allora procedere sia «a una ricomposizione della spesa a vantaggio della crescita», sia ridurre «l'onere fiscale che grava sui tanti lavoratori e imprenditori onesti».

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto
Pagina 1 di 2

bianco.png