Visualizza articoli per tag: filippine

Il 15 agosto la polizia delle Filippine ha ucciso 32 persone, probabilmente il più alto numero di vittime in un solo giorno da quando il presidente Duterte ha dichiarato la cosiddetta “guerra alla droga”.  

Pubblicato in Diritti Umani
Etichettato sotto

MANILA. - L'esercito filippino sta tentando di liberare piu' di 2.000 abitanti di Marawi, nel sud delle Filippine, dalla morsa di un gruppo jihadista Maute, conosciuto come lo Stato islamico di Lanao, che ha giurato fedelta' all'Isis. I violenti scontri, iniziati martedi' scorso, hanno gia' causato un centinaio di morti nella citta', che e' la capitale di Lanao del Sur, una provincia zona a maggioranza musulmana dell'isola di Mindanao.

Pubblicato in Mondo
Etichettato sotto

MANILA - Il potente tifone Nock-Ten che ha colpito l'arcipelago delle Filippine nel giorno di Natale e che oggi minaccia la capitale Manila ha già ucciso 3 persone.

Pubblicato in Mondo
Etichettato sotto

BANGKOK - Sono aperte dalle prime ore del mattino le urne nelle Filippine, dove oltre 54 milioni di elettori sono chiamati a scegliere il nuovo presidente, il suo vice e oltre 18 mila rappresentanti a livello locale e nazionale, tra oltre 45 mila candidati.

Pubblicato in Mondo
Etichettato sotto

MANILA - E' pesantissimo il bilancio dell'incendio che ha distrutto a Valenzuela, nell'area metropolitana di Manila, una fabbrica di infradito.

Pubblicato in Mondo
Etichettato sotto

ROMA - Papa Francesco è partito questa notte alle 10.12 ora locale di Manila (3.12 italiane) e arriverà alle 17.40 a Roma all’aeroporto di Ciampino.

Pubblicato in Italia
Etichettato sotto

MANILA - Una folla oceanica, difficile da quantificare realmente e tradurre in cifre, quella che ha accolto oggipapa Francesco nel "Grandstand Rizal Park" di Manila, per la messa conclusiva cominciata da Bergoglio con una mezz’ora di anticipo. Il papa è arrivato con la papamobile indossando un impermeabile giallo sotto la pioggia battente. Francesco ha fatto un lungo giro in jeep scoperta, scortato dagli uomini della sicurezza.

Ogni bambino è un dono da da  salvaguardare

Oggi ricorre la festa del Santo Niño (Santo Bambino, statuetta del bambino Gesù portata nelle Filippine da Magellano nel 1500), così nell'omelia Bergoglio è tornato a parlare in inglese  concentrandosi sulla famiglia e sui bambini, destinati a costruire il mondo di domani. 

“Ogni bambino è un dono",  ha detto nell’omelia Francesco,  "noi abbiamo il compito di proteggere, guidare e incoraggiare i nostri giovani, aiutandoli a costruire una società degna del suo grande patrimonio spirituale e culturale. In modo specifico, abbiamo bisogno di vedere ogni bambino come un dono da accogliere, da amare e da proteggere. E dobbiamo prenderci cura dei giovani - aggiunge - non permettendo che siano derubati della speranza e condannati a vivere sulla strada”.  "Quando il cuore è  pronto ad interrogare se stesso e piangere, allora - ha affermato Bergolgio -  saremo in grado di comprendere qualcosa. Esiste una compassione 'mondana' che non serve a nulla. Tu hai detto qualcosa al riguardo. Una compassione che al massimo consiste nel mettere una mano in tasca ed allungare una moneta. Se Cristo avesse avuto questo tipo di compassione, sarebbe semplicemente passato, avrebbe curato tre o quattro persone e se ne sarebbe tornato dal Padre. Solamente quando Cristo pianse e fu capace di piangere, comprese ciò che accadeva nelle nostre vite". "Cari ragazzi e ragazze, nel mondo di oggi - ha continuato Bergoglio - manca la capacita' di piangere. Piangono gli emarginati, quelli che sono esclusi, quelli che vengono scartati, ma quelli che hanno una vita senza particolari necessità non sanno piangere". "Amare i poveri", ha quindi riassunto il Papa sottolineando che indicendo l'"Anno dei poveri" i vescovi vorrebbero che si pensasse in modo speciale ai poveri quest'anno. Pensate ai poveri? Vi sentite con i poveri? Fate qualcosa per i poveri? Chiedete ai poveri che vi diano la saggezza che essi possiedono?". "Questo è ciò che desideravo dirvi oggi".

L’importanza delle donne 

Ma non solo. Papa Francesco ha rivolto un pensiero anche alle donne, alla loro importanza in una società, ancora troppo maschilista. "Quando verrà il prossimo Papa a Manila fate in modo che ci siano più donne tra voi. C’è solo una piccola rappresentanza oggi. Troppo poche". "Le donne - ha spiegato - hanno molto da dirci nella società di oggi. Talvolta siamo troppo maschilisti e non diamo spazio alle donne. Ma le donne sono capaci di vedere le cose con occhi diversi da noi uomini. Le donne sono capaci di porre domande che gli uomini non sono capaci di comprendere. Prestate attenzione”.

L’impegno per l’ecologia. "Il mondo creato come uno splendido giardino" va custodito

Alla vigilia della sua partenza dalle Filippine, Papa Francesco ha indicato nella difesa della natura e dunque nell'ecologia, un impegno urgente per questo grande Paese cattolico dell'Asia. “C’è una sfida ancora che è quella per l'integrità. Questo non è solo perché il vostro paese rischia di essere fortemente colpito dai cambiamenti climatici.

E' la sfida", ha detto ai ragazzi nell'incontro di questa mattina all'Universita' San Tommaso. E nell'omelia della grande messa al Grandstand - Rizzal Park, c’è tornato sopra ricordando che "Gesù ha scelto ciascuno di noi per essere testimone in questo mondo della sua verità e della sua giustizia. Ha creato il mondo come uno splendido giardino e ci ha chiesto di averne cura. Tuttavia, con il peccato, l'uomo ha sfigurato quella naturale bellezza; mediante il peccato, l'uomo ha anche distrutto l'unità e la bellezza della nostra famiglia umana, creando strutture sociali che hanno reso permanente la poverta', l'ignoranza e la corruzione". 

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

Papa Francesco fa visita a Tacloban, poco più di un anno dopo il disastro del tifone Haiyan che provocò oltre 7000 morti. Bergoglio, arrivato nelle Filippine giovedì, ha celebrato la messa all’aeroporto della città quasi completamente distrutta alla fine del 2013.

Pubblicato in Mondo
Etichettato sotto

MANILA - Salutato da decine di migliaia di persone al suo arrivo a Manila, Papa Francesco ha sollecitato il governo delle Filippine a contrastare la corruzione e le disuguaglianze sociali che aflliggono il Paese più cattolico dell’Asia.

Pubblicato in Mondo
Etichettato sotto

MANILA - Il Santo Padre è atterrato all'aeroporto di Manila. Il Papa comincia così la sua seconda tappa del viaggio in Asia, dopo lo Sri Lanka. 

Pubblicato in Società
Etichettato sotto
Pagina 1 di 4