Visualizza articoli per tag: mafia

Lunedì, 02 Novembre 2015 19:02

Sicilia. Oltre 1.100 aziende confiscate alla mafia

Con il racket si limita la libera concorrenza per favorire le acquisizioni della criminalità 

Pubblicato in Società
Etichettato sotto

ROMA - Più che una riforma della giustizia ciò che occorre al nostro Paese è una vera riforma della scuola in senso etico. In Italia è fondamentale ripartire dal sistema educativo. La nostra scuola deve educare a ragionare anche di etica e di morale.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

LOCRI (REGGIO CALABRIA)  - Si è aperta con la deposizione di corone di alloro davanti la stele che ricorda l'omicidio di Francesco Fortugno, sulle note del "Silenzio", la giornata a Locri dedicata alla commemorazione del vicepresidente del Consiglio regionale della Calabria, nel decennale dell'assassinio. 

Pubblicato in Società
Etichettato sotto
Martedì, 13 Ottobre 2015 14:32

La mafia degli appalti vince sempre

ROMA - Nel corso degli anni le organizzazioni mafiose si sono concentrate nei campi della produzione, dello scambio e della vendita di beni e servizi, cercando di soddisfare la domanda dei mercati e di cogliere così ogni minima occasione di profitto.

Pubblicato in Il punto
Etichettato sotto

ROMA - E’ inutile fare finta di nulla: siamo nel bel mezzo di una vera emergenza. “Mafia”, “corruzione”, e “illegalità diffusa” sono ormai un problema dilagante e fuori controllo contro le quali finora le pene sono troppo leggere. Questa specifica emergenza è il frutto di una società che ha perso la percezione di ciò che costituisce effettivamente reato.

Pubblicato in Il punto

ROMA - Se una cosa ho imparato con l’esperienza occupandomi e scrivendo dei sistemi di potere mafiosi è che spesso  la verità e la logica sembrano ribaltarsi e di conseguenza scattano meccanismi davvero bizzarri.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto
Mercoledì, 09 Settembre 2015 11:58

A Porta a Porta i Casamonica. Indignazione generale

ROMA - La vicenda dei Casamonica dopo i funerali al Don Bosco si è riaccesa iera sera durante la trasmissione di Porta a Porta, dove Bruno Vespa ha invitato due esponenti della nota famiglia romana, Vera e Vittorino Casamonica, rispettivamente figlia e nipote  del defunto Vittorio.

Pubblicato in Primo piano
Etichettato sotto

ROMA - Sulla trattativa tra Mafia e Stato, le cose sono state dall’inizio piuttosto difficili per intuibili ragioni e molto prima che l’intercettazione nelle conversazioni telefoniche tra il presidente eletto della Sicilia, Rosario Crocetta, e il suo medico, il chirurgo estetico  Matteo Tutino, facesse un riferimento a Lucia Borsellino ripresa da molti giornali e che ha condotto la Borsellino a lasciare la Sicilia e a venire a  lavorare nella capitale per l’Autorità nazionale contro la corruzione.  

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto

ROMA - A quasi venticinque anni dalla legge 221 del 1991, che ha inserito nel nostro ordinamento la facoltà del governo centrale di sciogliere i consigli comunali dei comuni infiltrati dalle mafie che sono diffuse nella penisola (da Cosa Nostra alla camorra campana, dalla ‘ndrangheta calabrese  allasacra corona unita pugliese e ancora allastidda siciliana), tutti quelli che studiano, o agiscono, sul fenomeno mafioso, si interrogano  oggi per chiedersi se lo strumento dello scioglimento dei comuni sia attuale e adeguato o se non sia il caso di modificarlo.

Pubblicato in Fatti & Opinioni
Etichettato sotto
Mercoledì, 26 Agosto 2015 09:44

Film. “Il Padrino”, il volto oscuro della mafia

Il film di Francis Coppola è considerato uno dei film più significativi della storia del cinema

Pubblicato in L'angolo dei classici
Etichettato sotto

bianco.png