Visualizza articoli per tag: messico

NUEVO LAREDO (MESSICO) - Ancora orrore in Messico. Attorno all'una di notte, presunti sicari del cartello dei Los Zetas hanno impiccato cinque uomini e quattro donne, che avevano torturato in precedenza, ad un ponte di Nuevo Laredo, nel nordest del Paese, a ridosso dell'omonima città Usa. Lo hanno reso noto fonti della polizia locale, precisando che accanto ai corpi è stato trovato un 'lenzuolo-messaggiò del gruppo, in cui si accenna alla disputa per il controllo della zona - da dove passa il 40% delle droghe smerciate negli Usa - con il Cartello di Sinaloa, capeggiato da Joaquin "El Chapo" Guzman, il narcoboss più ricco e potente del Paese.

Pubblicato in Primo piano

L’ex ministro degli interni: “Vendetta di Cosa nostra contro di me”. Il pentito afferma che “Dell’Utri si mise a disposizione” quando fu contattato da Vittorio Mangano per cercare contatti con Berlusconi e aprire una nuova stagione di relazioni con la politica

Pubblicato in Primo piano
Mercoledì, 15 Dicembre 2010 17:58

Trattativa Stato-Mafia: ascoltati Ciampi e Scalfaro

ROMA – Stamattina i pm di Palermo che indagano sulle stragi del ’92-‘93 e sulla trattativa tra Stato e Mafia, hanno interrogato a Palazzo Giustiniani gli ex presidenti della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ed Oscar Luigi Scalfaro.

Pubblicato in Società

ROMA - Massimo Ciancimino, figlio di Vito l'ex sindaco mafioso di Palermo ha tirato in ballo nella famosa trattativa tra Stato e mafia l'ex capo della Polizia Gianni De Gennaro.

Pubblicato in Primo piano

Nel 1993 non rinnovò il 41-bis per 140 mafiosi, sperando che le stragi terminassero. Secondo alcuni, in questo modo, dimostrò a Cosa nostra che la strategia terroristica coglieva nel segno. Il procuratore di Palermo Messineo: “Per noi, le dichiarazioni di Conso sono una novità”

Pubblicato in Primo piano
Pagina 6 di 6